Utenti collegati: 20 
 
it.discussioni.energie-alternative
Sfruttamento delle energie alternative

Indice messaggi | Invia un reply | Tutti i newsgroup | Cerca | Statistiche 



  Inviato da: Roberto Deboni DMIsr  Mostra tutti i messaggi di Roberto Deboni DMIsr
Titolo: Una anticipazione su cosa aspettare nei prossimi giorni
Newsgroup: it.discussioni.energie-alternative
Data: 21/12/2017
Ora: 07:15:54
Mostra headers
 
  Direi che ho atteso abbastanza: nessuna notizia sulla stampa<br /> italiana, eppure una azienda formata da ingegneri aeronautici<br /> su studi di una industria spaziale (motori a razzo e<br /> generatori nucleari), sta sconvolgendo da mesi il settore solare.<br /> <br /> Comincio con uno studio (notare che lo studio e' tenuto nascosto<br /> dai tedeschi. Cercate con le chiavi su Google:<br /> <br /> Fraunhofer Sonnenw&auml;rme &quot;Dallhammer&quot; &quot;Kost&quot; &quot;Dalenb&auml;ck&quot; &quot;S&oslash;rensen&quot;<br /> <br /> La parola tedesca Sonnenw&auml;rme<br /> <br /> forza il motore di ricerca a risultati in lingua tedesca.<br /> (i nomi degli autori sono tra apici, altrimenti ci vengono<br /> restituiti un mucchio di risultati non pertinenti)<br /> <br /> Risultati ? ZERO! (ad oggi, e lo studio e' gia' menzionato<br /> in lingua inglese dal mese di Luglio)<br /> <br /> &lt;https://www.google.com/search?dcr=0&ei=wk87Wu-ZHpL6kwWphL64CA&q=Fraunhofer+Sonnenw%C3%A4rme++%22Dallhammer%22+%22Kost%22+%22Dalenb%C3%A4ck%22+%22S%C3%B8rensen%22&oq=Fraunhofer+Sonnenw%C3%A4rme++%22Dallhammer%22+%22Kost%22+%22Dalenb%C3%A4ck%22+%22S%C3%B8rensen%22><br /> <br /> Lo stesso vale se cercate su www.google.de<br /> <br /> &lt;https://www.google.de/search?ei=GEE7Wt_UM4mbkwXS_bYo&q=Fraunhofer+Sonnenw%C3%A4rme++%22Dallhammer%22+%22Kost%22+%22Dalenb%C3%A4ck%22+%22S%C3%B8rensen%22&oq=Fraunhofer+Sonnenw%C3%A4rme++%22Dallhammer%22+%22Kost%22+%22Dalenb%C3%A4ck%22+%22S%C3%B8rensen%22><br /> <br /> Ma se togliete Sonnenw&auml;rme trovate subito 7 risultati,<br /> di cui tre in lingua cinese.<br /> <br /> La cosa sorprendente e' che il centro capofila dello studio<br /> e' la famosa Fraunhofer ISE tedesca:<br /> <br /> &lt;https://it.wikipedia.org/wiki/Fraunhofer-Gesellschaft><br /> <br /> che ha anche un ramo in Italia (ovviamente a Bolzano):<br /> <br /> &lt;https://it.wikipedia.org/wiki/Fraunhofer_Italia_Research><br /> <br /> Le altre sono PlanEnergi, una societa' di consulenza danese,<br /> e Chalmers University of Technology della Svezia.<br /> <br /> Provate anche voi, e ditemi se anche a voi risulta che i<br /> tedeschi hanno censurato il loro studio.<br /> <br /> <br /> Ma cosa ha di sconvolgente questo studio ?<br /> Che smonta in modo totale l'imbecille presunzione (perche'<br /> fatta senza consulto reputabile) Solare Termico abbia<br /> senso solo nei paesi desertici con tanto sole.<br /> <br /> Danesi e svedesi, appoggiandosi al reputabile prestigioso<br /> internazionalmente centro di ricerca tedesco, si sono<br /> rimboccati le maniche, per capire quale era la migliore<br /> tecnologia per catturare energia nei loro territori<br /> &quot;nordici&quot;, spazzati anche dal vento umido del Mare<br /> del Nord. Ecco i risultati:<br /> <br /> &lt;http://www.solarthermalworld.org/content/solar-thermal-shows-highest-energy-yield-square-metre><br /> <br /> &lt;https://web.archive.org/web/20171221044847/http://www.solarthermalworld.org/content/solar-thermal-shows-highest-energy-yield-square-metre><br /> <br /> Libera parziale traduzione:<br /> <br /> Le tecnologie che usano direttamente la radiazione solare sono<br /> sempre piu' efficienti, in ragione di resa per m2, di quella<br /> eolica o a biomasse, che invece sono legate indirettamente<br /> all'energia solare (e' il Sole il &quot;motore&quot; del vento).<br /> <br /> Dalenb&auml;ck e S&oslash;rensen hanno misurato che un campo solare termico<br /> di scala aziendale in Danimarca produce circa 450 kW*h per m2 di<br /> area captante. Inoltre, misure in ampi campi solari fatti in<br /> Austria e Danimarca hanno mostrato una resa tra 400 e 500 kW*h/m2.<br /> Ambedue gli esperti hanno misurato in 3 m2 di terreno, in termini<br /> di spazio, il fabbisogno per ogni m2 di collettore captante.<br /> Quindi su base territoriale, la tecnologia termica genera tra<br /> 133 e 167 kW*h/m2 all'anno tra Austria e Danimarca (ricordo<br /> agli smemorati che l'Italia si trova a sud dell'Austria).<br /> <br /> Dalenb&auml;ck e S&oslash;rensen hanno poi fatto gli stessi calcoli per il<br /> fotovoltaico, che e' risultato in 150 kW*h/m2 sugli stessi<br /> 3 m2 di cui sopra e quindi una resa su base territoriale<br /> di solo 50 kW*h/m2 all'anno.<br /> <br /> Queste loro valutazioni sono state verificate e confermate<br /> da Dallhammer e Kost dell'istituto Fraunhofer in Germania.<br /> Dallhammer e Kost hanno trovato che un impianto fotovoltaico<br /> nelle condizioni del nord Europa produce per 1000-1100 ore<br /> a pieno regime. E che 1 MWp di fotovoltaico richiede 1,6 - 2,0<br /> ettari di territorio. Questo due valori si combinano in una<br /> resa elettrica di 50-69 kW*h/m2 all'anno. Questi risultati<br /> valgono anche per sistemi fotovoltaici su tetti inclinati,<br /> dove il calcolo dell'area ha considerato l'area totale del<br /> tetto, ovvero anche il lato non usato, cioe' quello nord.<br /> <br /> Per quanto riguarda le biomasse, ricercatori dell'istituto<br /> Fraunhofer hanno trovato che 50 tonnellate di foraggio di<br /> mais possono essere raccolti per ogni ettaro di terreno.<br /> Questo foraggio di mais puo' essere usato per generare 18,5 MW*h<br /> di energia elettrica ovvero 1,85 kW*h/m2 all'anno.<br /> <br /> PS: io avevo stimato prudenzialmente in 20-30 volte la maggiore<br /> efficienza del solare termodinamico ... questo studio mi<br /> sembra lo confermi (70 volte minimo con una resa del 30% ...).<br /> <br /> Ovviamente le biomasse sono piu' efficienti nel produrre<br /> calore. (ma questo vantaggio vale solo rispetto al<br /> fotovoltaico !!! Il solare termico mantiene pari<br /> maggiore efficienza nel produrre calore)<br /> <br /> S&oslash;rensen ha stimato specificatamente la resa delle biomasse<br /> in termini di generazione di calore. Ha trovato che la resa<br /> in biomasse nel Europa del nord e' di circa 12 tonnellate<br /> di materia organica secca (il foraggio di mais era molto<br /> piu' pesante perche' umido) per ettaro. Una tonnellata<br /> di materia organica secca genera 5 MW*h termici e quindi<br /> si ha 5 kW*h/m2 per anno. Ha aggiunto che se la biomassa era<br /> usata per produrre etanolo, l'efficienza poteva essere del<br /> 30%, risultando in una resa di 1,5 kW*h/m2 all'anno.<br /> <br /> Le stime di Dalenb&auml;ck sono nella stessa escursione.<br /> Biomassa solida a rapida crescita, come la saggina<br /> (Phalaris arundinacea) puo' produrre da 20 a 40 MW*h<br /> per ettaro sul migliore terreno agricolo. Caldaie a<br /> sola generazione di calore puo' aumentare l'efficienza<br /> al 100% e risultare in una resa di 2-4 kW*htermici/m2<br /> all'anno. Ecco le conclusioni in tabella:<br /> <br /> Solare Fotovoltaico Biomasse<br /> termico bioetanolo<br /> kW*h(th)/m2 kW*h(el)/m2 kW*h(th)/m2<br /> -----------------------------------------------------<br /> Resa annuale 133-167 50-69 2-5<br /> Resa media 150 59.5 3.5<br /> piu' terreno - 3 volte 43 volte<br /> <br /> <br /> Il grafico, all'inizio pagina, mostra in modo impietoso<br /> l'assurdita' di usare le biomasse come riferimento primario<br /> per produrre energia e calore. Ma mostra anche, che<br /> il fotovoltaico ha trovato un concorrente anche nella<br /> produzione di energia elettrica (se il calore solare<br /> e' trasformato in energia elettrica da un grosso<br /> impianto termoelettrico ad alta temperatura, puo'<br /> operare nella regione di efficienza del 33-37%<br /> e quindi 150 kW*h(th)/m2 diventano 52 kW*h(el)/m2.<br /> Con pero' un enorme vantaggio del solare termico:<br /> la flessibilita', efficienza e basso costo<br /> dell'accumulo termico che permette di abbinare ogni<br /> impianto solare termodinamico con un accumulatore<br /> di energia che le da' anche 16 ore di autonomia<br /> (basta aumentare alla bisogno la superficie captante,<br /> mantenendo sempre lo stesso generatore).<br /> <br /> Ovviamente nel nord Europa l'energia solare cala<br /> proprio quando se ne ha piu' bisogno, cioe' di<br /> inverno, ma:<br /> <br /> a) anche se operasse solo nelle tre stagioni piu'<br /> &quot;solari&quot;, significa un enorme risparmio di combusibile.<br /> <br /> b) la tecnologia solare termica si presta bene<br /> ad essere integrata con altre fonti di calore,<br /> come le biomasse (che quindi potrebbero essere<br /> relegate ad integrare il solare termico durante<br /> i mesi invernali, di fatto quadruplicando la<br /> potenzialita' delle biomasse di un territorio<br /> in termini di capacita' di rimpiazzare le fonti<br /> fossili).  

Il thread:
da leggere Roberto Deboni DMIsr 21/12 07:15
Una anticipazione su cosa aspettare nei prossimi giorni
   da leggere Renato_VBI 21/12 09:17
Re: Una anticipazione su cosa aspettare nei prossimi giorni
      da leggere Roberto Deboni DMIsr 22/12 02:33
Re: Una anticipazione su cosa aspettare nei prossimi giorni
 

Invia una risposta:

Nome:

Email:

Titolo:

Testo:


Attenzione: l'invio del messaggio richiede diversi secondi.
Non premere piďż˝ volte il tasto "Invia".

 © Sergio Simonetti 2001 Che cos'è Links