Utenti collegati: 33 
 
it.diritto
Le questioni del diritto in Italia

Indice messaggi | Invia un reply | Tutti i newsgroup | Cerca | Statistiche 



  Inviato da: quam@res.ad  Mostra tutti i messaggi di quam@res.ad
Titolo: droga, la retata infinita: gli spacciatori sono quasi sempre immigrati
Newsgroup: it.diritto, it.discussioni.consumatori.tutela, it.diritto
Data: 08/02/2018
Ora: 19:33:27
Nascondi headers
 
  Path: mynewsgate.net!peer03.iad!feed-me.highwinds-media.com!news.highwinds-media.com!j65no2147189wmj.0!news-out.google.com!n14ni17610wmi.0!nntp.google.com!proxad.net!feeder1-2.proxad.net!feeder.erje.net!1.eu.feeder.erje.net!news.albasani.net!.POSTED!not-for-mail
X-Received: by 10.28.128.79 with SMTP id b76mr1396wmd.30.1518114782446; Thu, 08 Feb 2018 10:33:02 -0800 (PST)
From: "quam@res.ad" <quam@res.ad>
Newsgroups: it.diritto,it.discussioni.consumatori.tutela,it.diritto
Subject: droga, la retata infinita: gli spacciatori sono quasi sempre immigrati
Date: Thu, 08 Feb 2018 19:33:27 +0100
Organization: albasani.net
Lines: 48
Message-ID: <p5i54u$36f$1@news.albasani.net>
Mime-Version: 1.0
X-Trace: news.albasani.net GIZr5I6dOcd5TcsFj+ZwmUQcEQwURfyh9biyz0XBoyFP1gO3rDU5yiLaUcoEj/nU3u1VX6d9pmcPlHuoJI2chg==
NNTP-Posting-Date: Thu, 8 Feb 2018 18:33:02 +0000 (UTC)
Injection-Info: news.albasani.net; logging-data="7W0SnTxxAm6rV4KL4OxySUV4CT/axRk1/tbN0xYY6CQGo0X2Qx1q5IIt3vg1aOysn23u8TxsmX7xVbvwarIB3GHskaJ8Khq4DwaDU1zV6HYTFHBwwNSaJIUUmNwzUOow"; mail-complaints-to="abuse@albasani.net"
User-Agent: AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko)
Cancel-Lock: sha1:lbvC8/cUOxP4U3gtdRdL+0Z6leU=
Content-Type: text/plain; charset=UTF-8; format=flowed
Content-Transfer-Encoding: 8bit
X-Received-Bytes: 3973
X-Received-Body-CRC: 3501932041

AREZZO &ndash; Gli ultimi due arresti sono di luned&igrave; pomeriggio, anello<br /> finale di una catena infinita, lunga tutto il mese di gennaio e pi&ugrave;<br /> indietro, almeno fino allo scorso agosto, quando la mega-rissa di<br /> Saione scoppi&ograve; anche per motivi di droga. Quindici in manette<br /> dall&rsquo;inizio dell&rsquo;anno (pi&ugrave; o meno uno ogni due giorni), un&rsquo;altra<br /> ventina caduti nella trappola di polizia e carabinieri nello scorcio<br /> finale del 2017.<br /> <br /> Tutti pusher, tutti protagonisti dello spaccio di strada, quasi tutti<br /> richiedenti asilo o comunque migranti, in gran parte provenienti<br /> dall&rsquo;Africa profonda: Nigeria, Gambia, Senegal, Mali e paesi limitrofi.<br /> E&rsquo; la rivoluzione di un mercato della droga che &egrave; sempre pi&ugrave; pervasivo<br /> e sempre pi&ugrave; contiguo al resto del crimine.<br /> <br /> E&rsquo; un mondo che cambia e che rende pi&ugrave; traumatici i giorni (e le notti)<br /> di una tranquilla citt&agrave; di provincia. Il paragone forse &egrave; ancora<br /> azzardato ma anche a Macerata, altro sonnolento (una volta) capoluogo<br /> dell&rsquo;Italia profonda, &egrave; cominciata cos&igrave;, coi giardini pubblici<br /> trasformati in supermercato della droga e la richiesta ossessiva<br /> dell&rsquo;elemosina per strada. Poi l&rsquo;escalation dello spacciatore che fa a<br /> pezzi Pamela e dell&rsquo;esaltato che spara per strada ai &lsquo;negri&rsquo;<br /> spacciatori.<br /> <br /> Non a caso le manette colpiscono di pi&ugrave; nelle zone pi&ugrave; a rischio di<br /> degrado. Basti dire che dei quindici arresti del 2018, due terzi nel<br /> triangolo Pionta-Campo di Marte-Saione: il parco assediato dai pusher e<br /> il quartiere-melting pot che &egrave; il pi&ugrave; multietnico. Luned&igrave; sera, ad<br /> esempio, &egrave; toccato a un senegalese pizzicato in via Vittorio Veneto con<br /> la classica dose di hashish.<br /> <br /> Quasi l&rsquo;esemplificazione di una tipologia: richiedente asilo, senza<br /> fissa dimora, nullafacente e con precedenti alle spalle, nonostante i<br /> suoi 22 anni appena. Pi&ugrave; scafato ancora il nigeriano ventiquattrenne<br /> preso a Pescaiola, con ben 31 dosi di eroina e coca. L&rsquo;ipotesi &egrave; che le<br /> retate continue al Pionta lo avessero spinto a cercare nuove zone di<br /> spaccio in un quartiere finora indenne. Oggi direttissima per entrambi.<br /> Ma i giudici hanno spesso le mani legate dal famigerato quinto comma<br /> della modica quantit&agrave;, grazie al quale si torna fuori in un amen. E la<br /> giostra ricomincia.<br /> <br /> VERIFICA LA NOTIZIA<br /> Droga, la retata infinita: un arresto ogni due giorni, quasi tutti migranti<br /> Escalation nelle ultime settimane.<br /> La zona calda resta quella di Saione e del Pionta ma i controlli <br /> spingono la piccola criminalit&agrave; anche verso strade vicine<br /> di Salvatore ManninoPubblicato il 7 febbraio 2018<br /> Ultimo aggiornamento: 7 febbraio 2018 ore 06:5<br /> http://www.lanazione.it/arezzo/cronaca/droga-la-retata-infinita-un-arresto-ogni-due-giorni-quasi-tutti-migranti-1.3708666
 

Il thread:
da leggere quam@res.ad 08/02 19:33
droga, la retata infinita: gli spacciatori sono quasi sempre immigrati
   da leggere Roberto 08/02 21:31
Re: droga, la retata infinita: gli spacciatori sono quasi sempre immigrati
 

Invia una risposta:

Nome:

Email:

Titolo:

Testo:


Attenzione: l'invio del messaggio richiede diversi secondi.
Non premere pi� volte il tasto "Invia".

 © Sergio Simonetti 2001 Che cos'è Links