Utenti collegati: 45 
 
it.politica.internazionale
La politica internazionale

Indice messaggi | Invia un reply | Tutti i newsgroup | Cerca | Statistiche 



  Inviato da: Rocco Catalano  Mostra tutti i messaggi di Rocco Catalano
Titolo: L giorno in cui Israele non ci sarà più il mond o forse tirerà un sospiro di sollievo
Newsgroup: it.politica.internazionale
Data: 08/02/2018
Ora: 17:07:52
Mostra headers
 
  <br /> LOGO<br /> <br /> Groups_Google Iscriviti a &quot;BoccheScucite&quot; su Google Gruppi<br /> Groups_GoogleSegui &quot;BoccheScucite&quot; su Google Gruppi<br /> <br /> La destra israeliana invoca misure eccezionali contro i &laquo;terroristi&raquo;<br /> <br /> Pubblicato da admin il 8/2/18 &bull; Inserito nella categoria: Primo <br /> Piano,Strillo<br /> Territori occupati. Dopo l&rsquo;uccisione di due coloni, media e <br /> rappresentanti della politica chiedono di combattere con provvedimenti <br /> ancora duri quella che descrivono come una ripresa della &ldquo;Intifada dei <br /> coltelli&rdquo;. E qualcuno propone di buttare in mare i corpi dei &ldquo;terroristi&rdquo;<br /> <br /> di Michele Giorgio<br /> <br /> L&rsquo;accoltellamento e il ferimento leggero ieri di una guardia di <br /> sicurezza dell&rsquo;insediamento coloniale israeliano di Karmei Tzur, ad <br /> alcuni chilometri da Hebron, da parte del palestinese Hamzeh Zamaareh, <br /> ucciso subito da un altro vigilante, ha spinto molti in Israele a <br /> parlare di ripresa dell&rsquo;&rdquo;Intifada dei coltelli&rdquo;. &Egrave; cos&igrave; che gli <br /> israeliani definiscono gli attacchi all&rsquo;arma bianca, di cui si resero <br /> protagonisti decine di adolescenti e giovani palestinesi (in buona parte <br /> uccisi sul posto dopo il loro gesto), che caratterizzarono la fine del <br /> 2015 e la prima met&agrave; del 2016. I media e diversi rappresentanti della <br /> politica fanno a gara nell&rsquo;invocare pesanti misure di ritorsione, <br /> definendole di &ldquo;deterrenza&rdquo;, mentre l&rsquo;esercito &egrave; impegnato a cercare <br /> Abdel al Hakim Assi il 19enne palestinese, con passaporto israeliano, <br /> responsabile dell&rsquo;uccisione luned&igrave; di un colono, Itamar Ben Gal, che ha <br /> pugnalato a morte nell&rsquo;insediamento di Ariel prima di far perdere le <br /> tracce. In reazione a quell&rsquo;attacco, reparti israeliani marted&igrave; sono <br /> penetrati nella citt&agrave; di Nablus &ndash; in apparenza per cercare Assi &ndash; <br /> innescando scontri con centinaia di palestinesi poi sfociati nel lancio <br /> da parte dei dimostranti di pietre, bottiglie molotov e, sostiene <br /> l&rsquo;Esercito, anche in colpi esplosi dal campo profughi di Balata, e da <br /> parte israeliana in un fuoco con proiettili veri che hanno ucciso Khaled <br /> al Tayeh, uno studente 22enne, e ferito decine di altri palestinesi <br /> (cinque sono gravi). Sempre due giorni fa unit&agrave; speciale israeliana <br /> aveva ucciso a Yamoun (Jenin) Ahmad Jarrar, il palestinese accusato <br /> dell&rsquo;uccisione lo scorso 9 gennaio di un altro colono, Raziel Shevach, <br /> sempre nella zona di Nablus. Un&rsquo;esecuzione di fatto condannata anche da <br /> Fatah, il partito del presidente palestinese Abu Mazen.<br /> <br /> Di fronte a questa presunta ripresa della &ldquo;Intifada dei coltelli&rdquo; che i <br /> palestinesi, in ogni caso, spiegano come una logica conseguenza delle <br /> tensioni e della rabbia provocate dal riconoscimento unilaterale <br /> (condannato dall&rsquo;Onu) di Gerusalemme come capitale d&rsquo;Israele fatto da <br /> Donald Trump due mesi fa &ndash; sono almeno 15 i dimostranti palestinesi <br /> uccisi da quel giorno &ndash;, la destra israeliana &egrave; tornata ad invocare <br /> misure eccezionali. Ieri si &egrave; svolto un dibattito tempestoso sul ritorno <br /> dei corpi di &ldquo;terroristi&rdquo; nella commissione per gli affari interni della <br /> Knesset. Herzl e Meirav Hajaj, genitori della soldatessa Shir Hajaj, <br /> uccisa circa un anno fa assieme ad altri tre militari ad Armon Hanatziv, <br /> una colonia nel settore Est occupato di Gerusalemme, hanno chiesto allo <br /> Stato di mettere fine al suo &laquo;fallimento&raquo;. &laquo;Il corpo dell&rsquo;animale che ha <br /> ucciso nostra figlia &egrave; nelle mani dello Stato di Israele&raquo;, hanno fatto <br /> notare &laquo;invece di discutere se tenere un corpo o meno, c&rsquo;&egrave; una <br /> soluzione: lasciarlo definitivamente in Israele o gettarlo in mare&raquo;. <br /> &laquo;Tutto ci&ograve;, insieme a un ulteriore progresso verso l&rsquo;approvazione della <br /> legge sulla pena di morte per i terroristi, la distruzione delle case <br /> dei terroristi e l&rsquo;espulsione di terroristi, sar&agrave; in grado di prevenire <br /> il prossimo omicidio. La non restituzione dei corpi (alle famiglie) deve <br /> essere parte delle opzioni di deterrenza&raquo;.<br /> <br /> Immediato l&rsquo;intervento a sostegno di Matan Peleg, presidente di Im <br /> Tirzu, una organizzazione di destra impegnata a prendere di mira Ong e <br /> associazioni per la tutela dei diritti umani e personalit&agrave; della <br /> sinistra israeliana. &laquo;Lo Stato deve promuovere un significativo <br /> pacchetto deterrente contro il terrorismo&raquo; ha detto Peleg &laquo;&egrave; necessario <br /> cambiare le regole del gioco e irrigidire ogni risposta, deve esserci un <br /> drammatico aumento della deterrenza. Il sangue israeliano non &egrave; in <br /> vendita&raquo;. Anche Peleg ha esortato ministri e parlamentari ad accelerare <br /> l&rsquo;iter per la reintroduzione della pena di morte per i &laquo;terroristi&raquo;.<br /> <br /> https://ilmanifesto.it/la-destra-israeliana-invoca-misure-eccezionali-contro-i-terroristi/<br /> <br /> ---<br /> Questa email &egrave; stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.<br /> http://www.avg.com<br />  

Il thread:
da leggere Rocco Catalano 08/02 17:07
L giorno in cui Israele non ci sarà più il mond o forse tirerà un sospiro di sollievo
   da leggere Il Contadino della Galilea 08/02 17:34
Re: L giorno in cui Israele non ci sarà più il mon do forse tirerà un sospiro di sollievo
 

Invia una risposta:

Nome:

Email:

Titolo:

Testo:


Attenzione: l'invio del messaggio richiede diversi secondi.
Non premere pi� volte il tasto "Invia".

 © Sergio Simonetti 2001 Che cos'è Links