Utenti collegati: 26 
 
it.diritto
Le questioni del diritto in Italia

Indice messaggi | Invia un reply | Tutti i newsgroup | Cerca | Statistiche 



  Inviato da: BArrYZ  Mostra tutti i messaggi di BArrYZ
Titolo: Domanda sui contratti facile facile
Newsgroup: it.diritto
Data: 02/11/2017
Ora: 22:39:21
Mostra headers
 
  <br /> Situazione: una ditta esegue dei lavori edili per un privato (roba da <br /> pochi mila euro), roba tipo un gazebo in giardino, una tettoia, una <br /> demolizione e alcune cambi dei tramezzi in casa (lavori che poi si <br /> scoprira' essere stati eseguiti *senza* permesse edilizi, ma la ditta <br /> non lo sapeva, anzi il committente diceva di averli, tali permessi)<br /> <br /> Il committente non paga tutto il dovuto.<br /> <br /> La ditta chiede i soldi rimasti da saldare, con un decreto ingiuntivo in <br /> forza di un contratto tra le parti ove e' scritto il totale da pagare e <br /> che il committente dichiarava di avere *tutti* i permessi edilizi per <br /> eseguire le opere oggetto del contratto.<br /> <br /> Sorpresa: il committente si appella ad un giudice che pero' revoca il <br /> decreto ingiuntivo perche' &quot;il contratto tra le parti e' nullo, mancando <br /> i permessi edilizi, che entrambe le parti avrebbero dovuto controllare <br /> con l'ordinaria diligenza&quot;. E poi manda pure tutto alla procura della <br /> repubblica (per l'esecuzione di opere abusive).<br /> <br /> Ma se sul contratto era scritto che il committente dichiarava di <br /> possedere tali permessi, la ditta e' difetto??!?<br /> <br /> Me lo ha raccontato un mio amico, dicendo che ha ricevuto questa <br /> sentenza poche settimane fa (ha una ditta edile), ed e' incazzato nero. <br /> In pratica non lo pagheranno, e forse dovra' pure difendersi per aver <br /> eseguito opere abusive (quando il suo committente gli aveva detto che <br /> era tutto regolare, scritto nero su bianco su un contratto firmato!) a <br /> sua totale insaputa.<br /> <br /> In pratica secondo questo giudice per qualsiasi appalto tra privati la <br /> ditta appaltatrice dovrebbe controllare che il committente possegga <br /> tutti i permessi, non basta che il committente dichiari di averli, <br /> altrimenti poi e' colpevole insieme al committente.<br /> <br /> A me pare surreale, o cmq veramente illogico.<br /> <br /> Come puo' una ditta controllare i permessi di un terzo, che potrebbe <br /> pure darglieli falsi, e cmq non avrebbe la delega (ne' la voglia ne' i <br /> soldi o il tempo) per andare a verificare nelle sedi opportune (comune, <br /> regione, etc etc, pagando pure per un tecnico). &quot;l'ordinaria diligenza&quot; <br /> di cui parla il giudice e' una cosa che mi pare c'entri poco, se una <br /> delle parti dichiara una cosa in un contratto, e poi quella cosa non <br /> risulta essere vera.<br /> <br /> Capisco per un contratto di appalto pubblico (dove anche l'impresa <br /> appaltatrice fa parte di un meccanismo di controllo piu' grande), ma per <br /> un contratto tra privati, se c'e' la dichiarazione del committente che <br /> firma di avere i permessi, cosa puo' controllare e volere di piu' <br /> un'impresa?<br /> <br /> Le cose stanno veramente cosi'?<br /> <br /> -- <br /> BArrYZ  

Il thread:
da leggere BArrYZ 02/11 22:39
Domanda sui contratti facile facile
   da leggere e7o7@ru.ru 03/11 09:30
Re: Domanda sui contratti facile facile
      da leggere Dr. Dimm 03/11 09:54
Re: Domanda sui contratti facile facile
         da leggere BArrYZ 03/11 11:47
Re: Domanda sui contratti facile facile
      da leggere BArrYZ 03/11 11:29
Re: Domanda sui contratti facile facile
 

Invia una risposta:

Nome:

Email:

Titolo:

Testo:


Attenzione: l'invio del messaggio richiede diversi secondi.
Non premere pi� volte il tasto "Invia".

 © Sergio Simonetti 2001 Che cos'è Links