Utenti collegati: 38 
 
it.cultura.religioni.bahai
Temi culturali e religiosi baha'i

Indice messaggi | Invia un reply | Tutti i newsgroup | Cerca | Statistiche 



  Inviato da: Michele Amato 1956  Mostra tutti i messaggi di Michele Amato 1956
Titolo: Argomenti razionali sul custodiato bahai
Newsgroup: it.cultura.religioni.bahai
Data: 28/02/2016
Ora: 17:18:50
Mostra headers
 
  Per riassumere il problema del custodiato:<br /> <br /> 1. La status di Custode &egrave; stato decretato dalle<br /> Ultime Volont&agrave; e Testamento di Abdul-Baha; ora<br /> argomentiamo come se esse fossero effettivamente<br /> scritte da Abdul-Bah&agrave; e anche in questo caso<br /> scopriremo che c'&egrave; qualcosa che non va.<br /> <br /> 2. Se le Ultime Volont&agrave; e Testamento non sono un falso<br /> [come molti proclamano], allora il fallimento del<br /> Custode nel obbedire ai suoi doveri, da lui stesso<br /> specificati, &egrave; contrario a ci&ograve; che ci si aspetterebbe<br /> che facesse una autorit&agrave; divinamente nominata.<br /> <br /> 3. Questi doveri, dallo scritto stesso specificati,<br /> includono il fondamentale compito di nominare un Custode<br /> successore che prenda il suo posto alla sua morte<br /> o al manifestarsi di una incapacit&agrave; del precedente Custode.<br /> Il successore si sarebbe dovuto nominare in una tal maniera<br /> che non ci fosse spazio per dubbi riguardo alla validit&agrave;<br /> della nomina alla successione.<br /> <br /> 4. Non vi &egrave; alcuna prova credibile che un custode sia mai<br /> stato nominato in un modo cos&igrave; incontestabile anche se ci<br /> furono delle persone che si proclamarono successori<br /> del Custode Shoghi Effendi alla sua morte senza testamento.<br /> <br /> 5. Nessuna disposizione fu mai data dal Custode per quanto<br /> riguarda la contingenza di un custode che morisse senza<br /> aver nominato un successore. Difatti tale possibilit&agrave;<br /> non fu mai menzionata da Shoghi. Ed &egrave; per questo per<br /> questo che la sua la morte senza testamento ha portato<br /> alla crisi che di fatto c&rsquo;&egrave; stata.<br /> <br /> 6. La combinazione di questi fatti confuta decisamente la<br /> nozione che il Custodiato sia mai stato un'istituzione divina.<br /> Dimostra anche che Shoghi stesso non ha mai creduto che<br /> lui stesso lo fosse. Infatti egli non ha mai fatto alcun<br /> tentativo n&eacute; per garantire una chiara linea di successione,<br /> n&eacute; per prevenire la mancanza di una successione.<br /> <br /> 7. Alla morte inaspettata di Shoghi, le Mani della Causa<br /> da lui nominate presero su di s&eacute; il compito di risolvere<br /> la questione dichiarando che, d'ora in poi, la fede bahai<br /> non avrebbe avuto alcun custode vivente. Ma loro non<br /> avevano l'autorit&agrave; di fare tale dichiarazione perch&egrave; nelle<br /> presunte volont&agrave; di Abdul-Bah&agrave; hanno solo il potere di<br /> rifiutare un custode nominato e non quello di dichiarare<br /> che non ci pu&ograve; essere. Ed &egrave; per questo che Ramey pot&egrave;<br /> chiedere di essere il custode con qualche speranza anche<br /> se la sua richiesta non era meno infondata della<br /> de cisione delle mani stesse di eliminare il custodiato<br /> per sempre.<br /> <br /> 8. Alla morte di Shoghi si cre&ograve; una discrepanza irrisolvibile,<br /> e una contraddizione, che contrappone la presunta paternit&agrave;<br /> divina del suo status di custode contro i fatti reali accaduti.<br /> Non si possono separare le due esigenze.<br /> Se uno status di custode &egrave; divinamente disposto ci deve essere<br /> una successione di custodi o in mancanza, delle disposizioni<br /> per tenere conto di una mancanza di successione.<br /> E' elementare, qualsiasi legge, perfino quella civile, prevede<br /> un erede legale in caso non ci sia un erede naturale o<br /> testamentario.<br /> <br /> 9. Sebbene le Mani della Causa abbiano fatto il meglio che<br /> potevano in una brutta situazione, il loro meglio non poteva<br /> essere abbastanza come invece sarebbe dovuto essere.<br /> Cos&igrave; dovrebbe diventare evidente che un'irregolarit&agrave; del genere<br /> non poteva essere spiegata in termini di uno status di custode<br /> divinamente nominato.<br /> Shoghi fu imperdonabile, e inescusabile, nel suo trascurare i<br /> suoi doveri che egli stesso aveva ripetutamente affermati<br /> in molte ed enfatiche maniere.<br /> <br /> 10. I pretendenti alla successione del custodiato resero cos&igrave;<br /> fragile e debole con i loro argomenti la autorit&agrave; divina di<br /> Shoghi che non migliorarono per nulla il fallimento e<br /> l&rsquo;ambiguit&agrave; della possibile nomina di un successore.<br /> <br /> 11. I tentativi da parte del Casa universale di Giustizia<br /> di Haifa di sostenere le azioni delle Mani sono allo stesso<br /> modo fragili e ingiustificati. Anche la loro contorta<br /> spiegazione non &egrave; sufficiente a dirimere la contraddizione.<br /> <br /> 12. Con ogni probabilit&agrave;, le Ultime Volont&agrave; e Testamento<br /> di Abdul-Bah&agrave; furono un falso da parte di coloro che cercavano<br /> il potere in quella che pensavano sarebbe stata una potente<br /> religione. Ma anche se esse non sono il risultato di un falso<br /> esse certamente non hanno autorit&agrave; divina come &egrave; dimostrato<br /> dalla totale fallimento del custode nel portare a frutto ci&ograve;<br /> che avevano promesso cio&egrave; un eterno custodiato.<br /> <br /> Traduzione e rimaneggiamento per rendere lo scritto pi&ugrave;<br /> chiaro di considerazioni trovate sul web.<br /> Michele Amato  

Invia una risposta:

Nome:

Email:

Titolo:

Testo:


Attenzione: l'invio del messaggio richiede diversi secondi.
Non premere pi� volte il tasto "Invia".

 © Sergio Simonetti 2001 Che cos'è Links