Utenti collegati: 20 
 
it.cultura.religioni.bahai
Temi culturali e religiosi baha'i

Indice messaggi | Invia un reply | Tutti i newsgroup | Cerca | Statistiche 



  Inviato da: Michele Amato 1956  Mostra tutti i messaggi di Michele Amato 1956
Titolo: Orribile è il family day
Newsgroup: it.cultura.religioni.bahai
Data: 13/02/2016
Ora: 19:06:10
Mostra headers
 
  In merito alle polemiche del Family Day &egrave; mia opinione che i bah&agrave;'&igrave; non <br /> debbano farsi confondere dagli argomenti degli integralisti.<br /> <br /> Prima di tutto si argomenter&agrave; che *non esiste una famiglia naturale* ma <br /> solo una famiglia usuale e supportata dalle Manifestazioni Divine in una <br /> determinata epoca e societ&agrave;.<br /> <br /> Poi si argomenter&agrave; che *la condizione naturale umana &egrave; la bisessualit&agrave;* <br /> mentre eterosessualit&agrave; esclusiva e omosessualit&agrave; esclusiva sono i <br /> risultati di un condizionamento sociale, familiare e religioso, non <br /> naturale quindi, anche se socialmente utile in un determinata epoca.<br /> <br /> La scienza ha provato che ancora esiste in talune societ&agrave; [ed esistette <br /> in tutte le societ&agrave; nel lontano passato] la famiglia matriarcale che <br /> corrispondeva allo stadio produttivo delle orde di &quot;cacciatori <br /> raccoglitori&quot; circa tra 80.000 e 10.000 anni fa, prima della rivoluzione <br /> produttiva che port&ograve; l'umanit&agrave; all'applicazione della pastorizia ed <br /> agricoltura e alla definiva uscita dall&rsquo;et&agrave; della pietra.<br /> <br /> Il tipo di famiglia &egrave; strettamente legato al tipo produttivo di una <br /> societ&agrave; e le Manifestazioni Divine ancestrali fornirono all'umanit&agrave; la <br /> sovrastruttura ideologica religiosa adatta al progresso dell'umanit&agrave;. Le <br /> Manifestazioni Divine ancestrali, per unire l&rsquo;umanit&agrave; divisa in <br /> gruppetti, fornirono dei principi atti a riunirla in trib&ugrave; formate da <br /> macro famiglie matriarcali. In quella fase, non essendoci ancora alcun <br /> accumulo di beni, perch&eacute; i beni venivano raccolti o cacciati e consumati <br /> immediatamente, era necessario mettere in comune le risorse strumentali <br /> [strumenti in pietra, legno e pelle ecc] senza creare scontri. Per cui <br /> si stabil&igrave; da parte delle Manifestazioni Divine ancestrali che la <br /> famiglia avesse al centro e come capo la donna che, per partenogenesi <br /> presunta, dava alla luce i figli senza padre cos&igrave; come faceva <br /> apparentemente la terra che dava frutti senza alcun apporto apparente <br /> maschile.<br /> <br /> In questa famiglia matriarcale la religione cancellava il partner <br /> sessuale della donna come apporto per produrre il figlio. Il maschio non <br /> aveva alcuna importanza, la donna aveva rapporti con i maschi estranei <br /> &ldquo;per giocare&rdquo; e non per procreare e il &quot;padre sociale&quot; del bambino nato <br /> era lo zio materno. In realt&agrave; il gruppo di sorelle assieme al gruppo di <br /> zii materni erano la famiglia per tutti i figli delle sorelle stesse. <br /> Cos&igrave; si stabiliva il benessere e la cura del bambino da parte di parenti <br /> sicuramente di sangue e la sessualit&agrave; restava libera con altri maschi <br /> diminuendo i conflitti tra maschi che, se no, ci sarebbero stati e <br /> distruttivi date la poche risorse produttive ancestrali.<br /> <br /> Dopo circa 80.000 anni di questa situazione, circa 10.000 anni prima di <br /> Cristo, le condizioni climatiche cambiarono e si usc&igrave; dalla &quot;piccola <br /> glaciazione&quot; e si affacci&ograve; la possibilit&agrave; climatica della &quot;rivoluzione <br /> agricola pastorale&quot; e fu cos&igrave; che le Manifestazioni Divine, per <br /> favorirla, cominciarono a predicare come superiori degli Dei maschili e <br /> istaurarono la nuova credenza che l'uomo inseminava la donna madre e <br /> produceva solo lui il figlio istillando il suo omunculus completo nel <br /> ventre di lei.<br /> <br /> Insomma nelle religioni matriarcali la donna faceva i figli senza <br /> apporto dell&rsquo;uomo e nelle successive era il contrario, stavolta era <br /> l&rsquo;uomo a fare il figlio e la donna ne era solo il grembo passivo.<br /> <br /> Per cui si formarono le famiglie patriarcali, gli Dei maggiori divennero <br /> i maschi e le Dee furono lodate solo per la &quot;messa a disposizione del <br /> loro corpo accogliente&quot; capace di essere la casa del figlio che era del <br /> solo maschio come la terra e i suoi frutti e gli armenti e i loro <br /> prodotti erano del pater familias.<br /> <br /> Infatti le societ&agrave; agricole e pastorali erano pi&ugrave; produttive e <br /> permettevano l'accumulo di beni ingenti rispetto al passato e si poneva <br /> il problema di chi ne fosse il proprietario che non poteva che essere il <br /> pi&ugrave; forte maschio del gruppo cos&igrave; la &quot;famiglia&quot; divenne patriarcale. Ma <br /> questa famiglia non ha nulla a che vedere con la famiglia attuale <br /> &quot;monogamica&quot; che cominci&ograve; a esistere a partire dalla met&agrave; dell'ottocento <br /> con la rivoluzione industriale.<br /> <br /> La famiglia patriarcale non era composta di pap&agrave; mamma e loro figli di <br /> sangue, essa era composta da un &quot;pater familias&quot; e dai suoi schiavi, dai <br /> suoi parenti di sangue e loro conviventi a vario titolo e da chi <br /> gravitava attorno a questo centro di interesse. I romani vedevano la <br /> famiglia composta da un pater pi&ugrave; cognates [parenti di sangue], adgnates <br /> [i cognati di oggi], schiavi e clientes.<br /> <br /> Il matrimonio non era fonte di filiazione legale come &egrave; ora; non lo era <br /> mai e per nessuno. Il maschio doveva attivamente riconoscere come suo <br /> figlio un qualsiasi neonato nato da sua moglie, concubina legale, <br /> concubina di fatto o schiava. Per esempio a Roma lo faceva sollevando in <br /> pubblico il neonato e dichiarandolo suo figlio. Chiunque non fosse <br /> sollevato in pubblico non era figlio neppure se nato dalla propria <br /> &quot;uxor&quot; [o moglie legale]. La stessa cosa &egrave; valida per tutti i popoli <br /> antichi e ben oltre il medio evo, per tutto il rinascimento ed oltre.<br /> <br /> Solo oggi vige la presunzione di paternit&agrave; dei figli nati dal matrimonio <br /> legale ed &egrave; vigente da meno di due secoli e solo in occidente. Fu solo <br /> nella met&agrave; dell'ottocento che la famiglia patriarcale si sfald&ograve; come <br /> unit&agrave; produttiva e cominci&ograve; a diventare quello che &egrave; oggi con le leggi e <br /> usi di oggi: cio&egrave; la famiglia monogamica e mononucleare.<br /> <br /> Per cui la famiglia della Bibbia, del Corano non &egrave; quella di oggi e non <br /> &egrave; la famiglia monogamica e mononucleare che non &egrave; per nulla la naturale <br /> o l'unica che esista o sia esistita.<br /> E&rsquo; una illusione che il cristianesimo abbia istaurato la monogamia <br /> perch&eacute; per molti secoli viet&ograve; solamente di legalizzare altre unioni <br /> adeguandosi pedissequamente al diritto romano stabilendo una sola &ldquo;uxor&rdquo; <br /> o moglie legale per&ograve; vietando i concubinaggi legali romani e altre <br /> unioni suppletive e legali.<br /> <br /> Fu cos&igrave; che in Europa, al contrario che nella pi&ugrave; avanzata civilt&agrave; <br /> islamica, le donne suppletive rimanevano illegali e bastarde assieme ai <br /> loro figli al contrario di Roma antica e del civilissimo islam. Cio&egrave; il <br /> vietare la poligamia dei cristiani divenne una tremenda arma contro la <br /> donna e contro la prole di essa.<br /> <br /> Solo oggi e possibile la famiglia monogamica e mononucleare, anzi <br /> corrisponde al moderno stile produttivo postindustriale, per cui &egrave; solo <br /> da circa duecento anni che Bah&agrave;&rsquo;u&rsquo;ll&agrave;h la ha istaurata perch&eacute; in realt&agrave; <br /> Ges&ugrave; non abol&igrave; la poligamia ma solo il divorzio e cos&igrave; fece Muhammad <br /> sebbene permise il divorzio. L&rsquo;abusiva abolizione della poligamia da <br /> parte dei cristiani prima del maturare dei tempi e degli stili <br /> produttivi fu la iattura sociale per le donne e la prole di tutta <br /> l&rsquo;Europa cristiana per secoli e secoli.<br /> <br /> Passiamo alla questione sesso:<br /> prima di tutto solo l'uomo [e un tipo particolare di scimpanz&egrave; chiamato <br /> bonobo] ha &quot;sesso sfrenato&quot;. Tutti gli altri animali hanno un sesso <br /> &quot;castissimo&quot; e rigidamente orientato alla riproduzione. Cio&egrave; gli animali <br /> hanno sesso solo ed esclusivamente quando la femmina manifesta l'estro <br /> in corrispondenza dell'ovulazione e solo allora essa permette il coito a <br /> fine meramente procreativo. L'estro &egrave; una forte compulsione che produce <br /> nella femmina animale un blandissimo piacere e sollievo momentaneo alla <br /> compulsione estrale e non mai appagamento o orgasmo che sono cose che la <br /> natura riserva al solo maschio animale.<br /> <br /> Solo la femmina umana e quella di bonobo sono uguali al maschio e <br /> possono avere l'orgasmo e un appagamento forte e personalizzato <br /> indipendente dalla procreazione. Per cui &egrave; del tutto falso che per <br /> l&rsquo;uomo sia naturale il sesso solo procreativo perch&eacute; un sesso solo <br /> procreativo lo rende &ldquo;un animale&rdquo; e non un umano.<br /> <br /> Prima di tutto la femmina umana [e la femmina di bonobo] hanno il coito <br /> anche di fronte stimolando la possibilit&agrave; fisiologica dell'orgasmo <br /> femminile mentre il maschio umano non ha neppure un &quot;osso penis&quot; per cui <br /> ha pi&ugrave; necessit&agrave; di collaborazione femminile per poter istaurare il <br /> coito rispetto a un'altro mammifero animale.<br /> <br /> Questi fattori favoriscono la nascita dell'amore / gratitudine sessuale <br /> personale tra maschio e femmina specialmente perch&eacute; la femmina si lega <br /> maggiormente ad personam e questo consente la fedelt&agrave; che alla femmina <br /> animale davvero non importa per nulla perch&eacute; il suo scopo nel sesso &egrave; <br /> solo riprodursi e non trarne appagamento.<br /> Alla femmina animale basta riprodursi, con chi &egrave; indifferente, e lascia <br /> che siano i maschi a decidere con chi lottando tra i loro mentre la <br /> femmina umana istaura un attaccamento personale per il suo partner <br /> personale che favorisce sessualmente e il maschi umano lo sa che lei lo <br /> favorisce. Tutto ci&ograve; &egrave; la base granitica e fisiologica di quello che &egrave; <br /> il legame di amore personale che solo gli uomini conoscono.<br /> <br /> Insomma se c'&egrave; qualcosa di &quot;naturale&quot; nell'uomo e che &egrave; l'unico animale <br /> che abbia la possibilit&agrave; e la capacit&agrave; di avere sesso volontario quando <br /> preferisce e ne abbia lo stimolo e quindi la totale libert&agrave; di fare o <br /> non fare come dice la sua cultura antropologica o religione.<br /> <br /> La scienza afferma oltre ogni dubbio che il bambino nasce assolutamente <br /> totipotente dal punto di vista sessuale e la condizione naturale &egrave; il <br /> desiderio di sesso con chiunque sia gradevole al momento: maschio o <br /> femmina che sia e questo vale sia per i maschietti che per le <br /> femminucce. Ma la societ&agrave;, qualunque societ&agrave; anche antica, &egrave; sempre <br /> intervenuta prima che la naturale bisessualit&agrave; faccia il suo corso, <br /> provocando direttamente o indirettamente la fissazione eterosessuale di <br /> alcuni e omosessuale di altri e lasciando una minoranza di bisessuali <br /> adulti.<br /> <br /> Quindi per natura saremmo bisessuali tutti, maschi e femmine, ma altri <br /> fattori non naturali ci spingono a fissarci come eterosessuali stabili o <br /> omosessuali stabili. La prova di ci&ograve; e che molte societ&agrave; di cultura <br /> ancestrale conoscono una maggiore e maggioritaria bisessualit&agrave; rispetto <br /> a societ&agrave; anche arretrate ma non ancestrali. La bisessualit&agrave; <br /> maggioritaria &egrave; compatibile con la produttivit&agrave; dei cacciatori <br /> raccoglitori di 80.000 anni fa ma gi&agrave; 10.000 anni fa la societ&agrave; <br /> cominci&ograve; a contrastarla fortemente e radicalmente.<br /> <br /> Non &egrave; vero che chi &egrave; omosessuale lo sia per &quot;natura&quot; [come erroneamente <br /> sostengono gli stessi omosessuali] ma non &egrave; neppure vero che gli etero <br /> siano etero per natura. Entrambi lo sono per educazione, condizionamento <br /> familiare e sociale. In particolare la societ&agrave; e famiglia sessuofobica <br /> appena riscontra in maschietti tratti cosiddetti femminili e viceversa <br /> per le femminuccia comincia ad allarmarsi e allarmare in modo subconscio <br /> in bambino costringendolo alla fine alla deduzione errata: &quot;se ho <br /> desideri che la societ&agrave; dice da femmina evidentemente sono per natura <br /> un femminiello&quot; e specularmente per le femminucce che abbiano <br /> comportamenti sciovinisticamente attribuiti al solo maschio. Come se non <br /> potessero esistere diverse sfumature di carattere senza che ci&ograve; si <br /> trasformino in scelta sessuale.<br /> <br /> I bisessuali di solito non appaiono un problema sociale perch&eacute; non hanno <br /> necessit&agrave; di apparire socialmente [per esempio possono sposarsi e avere <br /> un amante uomo invece che donna e sono a posto socialmente] mentre il <br /> problema nasce per gli omo fissi maschi e femmine. Essi non sono malati <br /> per lo stesso motivo per cui non siamo malati noi etero maschi e <br /> femmine. Sono solo condizionati in modo speculare e contrario al nostro <br /> e &quot;fissati&quot; come noi etero su un sesso piuttosto che l'altro.<br /> <br /> Noi siamo &quot;fissati&quot; sul sesso opposto e loro sul loro stesso sesso.<br /> Per cui o siamo malati sia etero che omo o non &egrave; malata nessuna delle <br /> due categorie ma sono solo risultati di condizionamenti sociali.<br /> Ma per la societ&agrave; &egrave; molto &quot;utile&quot; la fissazione etero e meno utile<br /> quella omo ed &egrave; solo per questo motivo che le manifestazioni divine pi&ugrave; <br /> moderne hanno sempre sconsigliato l'omosessualit&agrave; mentre in anceastrale <br /> non lo fecero perch&egrave; in ancestrale era meno rilevante l'utilit&agrave; di <br /> essere etero almeno per la maggioranza.<br /> <br /> Ma dato che una maggioranza etero c'&egrave; comunque perch&egrave; tormentare e <br /> togliere i diritti civili a una minoranza compatibile con la civilt&agrave; <br /> umana anzi spesso pi&ugrave; che utile contro lo sciovinismo?<br /> <br /> Bah&agrave;'u'll&agrave;h nel Libro pi&ugrave; Santo spiega che &ldquo;Rifuggiamo, per la vergogna, <br /> dal trattare il tema dei ragazzi&rdquo; vi &egrave; un &quot;problema dei ragazzi&quot; cio&egrave; <br /> condanna solo la pedofilia o pederastia [che non ha nulla a che vedere <br /> con la omosessualit&agrave; di due adulti consenzienti ma &egrave; diretta ai paidos o <br /> ragazzi].<br /> <br /> Ma cosa &egrave; questo problema? E&rsquo; l'uso orientale e antico romano o <br /> medievale di avere un allievo o pupillo a cui si insegna il mestiere o <br /> l&rsquo;arte o la filosofia e che in cambio restituisce sesso e affettivit&agrave; al <br /> suo mentore adulto. Fu un uso perfino di molti e rinomati grandi uomini, <br /> artisti e filosofi del passato che per&ograve; nella attuale societ&agrave; diventa <br /> turismo sessuale o pedofilia spicciola sicuramente da condannare solo <br /> perch&eacute; non &egrave; tra adulti consenzienti. Bah&agrave;&rsquo;ull&agrave;h dichiara che non si pu&ograve; <br /> scambiare con un &ldquo;ragazzo&rdquo; sesso per educazione o protezione.<br /> <br /> La deduzione che la condanna di Bah&agrave;'u'll&agrave;h si estenda a tutti gli <br /> omosessuali &egrave; del nostro amato Custode che, per&ograve;, in questo caso, a mio <br /> parere, fa una notazione non &quot;ex catedra&quot; ci&ograve; esprime una sua personale <br /> opinione antiscientifica e derivata dalle idee scientifiche in merito in <br /> voga ai suoi tempi al di fuori del suo mandato divino quale Custode <br /> della Fede.<br /> <br /> Come tutti noi sappiamo il Custode secondo le &quot;Ultime Volont&agrave; e <br /> Testamento&rdquo; di Abdu&rsquo;l-Bah&agrave; esercita il suo mandato di infallibilit&agrave; ex <br /> cathedra quando interpreti e spieghi gli scritti espressi della <br /> Manifestazione e non quando va oltre ad essi come in questo caso.<br /> <br /> Questa &egrave; una grande differenza tra il Custodiato e il papato: il Papa di <br /> Roma ha una infallibilit&agrave; ex cathedra anche se non si basa sulle sole <br /> scritture ma anche se si basa sulla tradizione orale e sulle proprie <br /> deduzioni in merito; il nostro amato Custode, a differenza del papa <br /> possiede la sola infallibilit&agrave; per ci&ograve; che espressamente specificato dal <br /> testo sacro e una condanna della omosessualit&agrave; tra adulti consenzienti <br /> nel testo sacro non c&rsquo;&egrave; e lo dimostra la stessa Casa Universale che <br /> commenta:<br /> <br /> &gt; 134. il tema dei ragazzi &para; 107<br /> Nell&rsquo;originale arabo, in questo contesto, il vocabolo qui tradotto <br /> &ldquo;ragazzi&rdquo; implica la pederastia. Shoghi Effendi ha interpretato questo <br /> accenno come una proibizione di tutti i rapporti omosessuali. &lt;<br /> <br /> Se dunque si parla di pederastia cio&egrave; &ldquo;amore verso il paidos&rdquo;, cio&egrave; <br /> verso un ragazzo da parte di un adulto, &egrave; chiaro che il Custode va oltre <br /> il suo potere interpretando estensivamente rispetto a tutti gli <br /> omosessuali. Mi auguro, dunque, che qui la Casa Universale possa <br /> rivedere la sua posizione e notare l&rsquo;evidente &ldquo;opinione personale&rdquo; di <br /> Shoghi Effendi espressa oltre i suo potere ex cathedra.<br /> <br /> Quindi io suggerirei a tutti i bah&agrave;'&igrave; di seguire la scienza moderna che <br /> afferma indubitabilmente che la omosessualit&agrave; &egrave; una variante umana non <br /> patologica come la eterosessualit&agrave; per cui entra in gioco la legge <br /> bah&agrave;'&igrave; della &quot;protezione delle minoranze&quot; e delle culture umane di <br /> minoranza.<br /> <br /> Gli omosessuali, in quanto minoranza, godono e godranno nel futuro della <br /> protezione degli scritti bah&agrave;'&igrave; e, quale minoranza, hanno diritto a una <br /> loro legislazione speciale in campo civile come le unioni civili. Quindi <br /> s&igrave; a ogni provvedimento di stato civile che regolarizzi e parifichi la <br /> loro posizione civile e matrimoniale se vogliono.<br /> <br /> Quanto alla questione del &quot;diritto di voto&quot; religioso bah&agrave;'&igrave;, questa <br /> espressione &egrave; sbagliata e va sostituita con la pi&ugrave; precisa espressione <br /> &quot;diritto a essere eletti nei consigli direttivi bah&agrave;'&igrave;&quot; cio&egrave; a ci&ograve; che <br /> nella fede bah&agrave;'&igrave; sostituisce come collettivo consiliare governante <br /> religioso i governanti religiosi cattolici come il papa, i vescovi o i <br /> parroci cattolici.<br /> <br /> La posizione di chi viene eletto nei consigli bah&agrave;'&igrave; &egrave; speciale e di <br /> governo religioso quindi richiede dei particolari requisiti di uso di <br /> vita speciali e non &egrave; quella del comune credente bah&agrave;'&igrave; cos&igrave; come nel <br /> caso dei cristiano non tutti sono o possono essere papi, vescovi o <br /> parroci perch&egrave; non ne hanno gli speciali requisiti.<br /> <br /> Credo che nel futuro i credenti bah&agrave;'&igrave; saranno di due tipi: quelli che <br /> non hanno una vita speciale e qualit&agrave; speciali di moralit&agrave; e quelli che <br /> hanno queste speciali qualit&agrave; e che verranno eletti nei consigli <br /> governativi religiosi bah&agrave;&rsquo;&igrave;.<br /> <br /> Oggi impropriamemte si attribuisce da parte dei bah&agrave;'&igrave; un minus ai primi <br /> &quot;privi del diritto di essere eletti&quot; come se potesse essere la norma <br /> essere cos&igrave; &quot;morali&quot; da poter essere votati come governanti religiosi <br /> bah&agrave;'&igrave;.<br /> <br /> Escludere questa ingiustificata idea permette anche ai gay e alle <br /> lesbiche di essere tranquillamente bah&agrave;'&igrave;, come di esserlo a tanti altri <br /> &quot;imperfetti&quot; morali come gli adulteri eterosessuali o altri con mancanze <br /> non sessuali, e di esserlo lasciando a una piccola minoranza di <br /> &quot;perfetti&quot; il gravoso compito di governare la fede.<br /> <br /> Questo in campo strettamente religioso bah&agrave;&rsquo;&igrave;. Ma il governo civile &egrave; <br /> un'altra cosa e Dio ci scampi dagli errori del passato e dalla <br /> confusione di istituzioni e leggi civili con istituzioni e leggi religiose.<br /> <br /> La fede bah&agrave;'&igrave;, dunque, si dovrebbe schierare per le unioni civili di <br /> gay ed etero e per i diritti civili di tutti, religiosi o meno che <br /> siano. Il che &egrave; cosa consona al principio della protezione delle <br /> minoranze che &egrave; espresso principio degli scritti sacri bah&agrave;'&igrave;.<br /> <br /> Quanto ai bambini delle coppie gay e ai metodi di procreazione assistita <br /> lasciamo perdere. Dicono che l'utero si compra in questi casi. Chi dice <br /> cos&igrave; non sa che si pu&ograve; stare anni e anni ad attendere un decreto di <br /> abilitazione del tribunale all'adozione per poi pagare a &quot;pie&quot; <br /> associazioni decine di migliaia di euro per mediazione di adozioni <br /> all'estero o in Italia. Costui capir&agrave; gli interessi che finanziano il <br /> family day perfino contro la posizione dell'attuale papato. E capir&agrave; che <br /> anche i bambini adottati da coppie eterosessuali senza figli vengono <br /> &quot;pagati&quot; ai mediatori, se cos&igrave; ci si vuole esprimere, solo che in questo <br /> caso sono mediatori &quot;pii&quot; per cui nessuno se ne scandalizza. Invece <br /> quando etero sterili e omo si rivolgono al procreazione a mezzo di una <br /> donna terza e portatrice della gravidanza il rimborso spese suo e dei <br /> mediatori diventa stranamente cosa orribile per le portatrici di <br /> gravidanze e per gli altri.<br /> <br /> Sempre di rimborsi spese si tratta, perch&eacute; uno &egrave; orribile e l&rsquo;altro &egrave; <br /> compatibile con la morale anzi un pio aiuto?<br /> <br /> Ancora una cosa in merito: se &egrave; orribile donare il proprio utero contro <br /> un rimborso spese tanto pi&ugrave; orribile sar&agrave; ogni altro tipo di donazione <br /> d'organo compresa quella del sangue che non &egrave; sempre cos&igrave; gratuita come <br /> taluno pensa. Quindi evitiamo, per cortesia, di fare discorsi da <br /> fondamentalisti in questo campo quando neppure pi&ugrave; li fa il papa attuale <br /> che &egrave; pi&ugrave; progressista di moltissimi cattolici e qualche bah&agrave;'&igrave;. Per di <br /> pi&ugrave; la scienza prova che i figli di coppie omosessuali crescono normali <br /> a meno che un gruppo sociale retrogrado a scuola o altrove non li <br /> torturi e provochi in loro quella sofferenza che non &egrave; certo provocata <br /> nella famiglia gay.<br /> <br /> un caro saluto e grazie per la pazienza<br /> Michele Amato  

Invia una risposta:

Nome:

Email:

Titolo:

Testo:


Attenzione: l'invio del messaggio richiede diversi secondi.
Non premere pi� volte il tasto "Invia".

 © Sergio Simonetti 2001 Che cos'è Links