Utenti collegati: 21 
 
free.it.storia.medioevo
Ecco il mio ng su free

Indice messaggi | Invia un reply | Tutti i newsgroup | Cerca | Statistiche 



  Inviato da: andmancini[at]hotmail[dot]it  Mostra tutti i messaggi di andmancini[at]hotmail[dot]it
Titolo: Re: Aquisgrana e Chienti . LA VALENTINEIDE
Newsgroup: free.it.storia.medioevo
Data: 28/11/2011
Ora: 10:07:07
Mostra headers
 
  Mi sono, fortunatamente, imbattuto in questo articolo,<br /> mentre stavo cercando in rete argomenti relativi alla<br /> (pseudo)scoperta della vera Aquisgrana in Val di Chienti.<br /> Bench&eacute; siano passati molti anni da questo articolo, ho<br /> pensato comunque di scrivere queste righe nella speranza che<br /> lei, signor Piero Fiorili, le leggesse, per farle sapere<br /> innanzitutto che personalmente ho apprezzato il suo lavoro.<br /> Mi piacerebbe sapere come si sia imbattuto con i<br /> &quot;valdichientisti&quot;. <br /> <br /> Inoltre volevo dirle che questi signori non solo continuano<br /> ancora oggi a portare avanti le loro &quot;teorie&quot;, ma il loro<br /> seguito &egrave; anche cresciuto nel corso degli anni: hanno<br /> rinnovato il loro sito, continuano a pubblicare libri e<br /> organizzano incontri per promuoverli. Il prossimo sabato, 3<br /> dicembre 1011, &egrave; previsto un incontro organizzato con<br /> l'appoggio del comune di Civitanova Marche ed al quale<br /> parteciperanno, pare, anche docenti universitari(non so di<br /> che materie o quanto autorevoli). Non solo, pare che abbiano<br /> anche un importante sostegno istitutzionale, per lo meno<br /> nella brochure messa nella home page del loro sito compaiono<br /> i loghi, oltre del comune di Civitanova, della regione<br /> Marche, del pontificio comitato di scienze storiche e della<br /> pontificia Universit&agrave; lateranense.<br /> <br /> Infine volevo dirle che il modo in cui lei descrive il loro<br /> atteggiamento: presuntuosi e sprezzanti nei confronti del<br /> duro lavoro accademico &egrave; esattamente come appaiono ai miei<br /> occhi. Io li conosco bene poich&eacute; mio padre, nato e<br /> cresciuto in Val di Chienti come me, crede purtroppo nelle<br /> loro fantasticherie, compra i loro libri e li considera<br /> &quot;geni ribelli&quot; (probabilmente perch&eacute; quella accozzaglia di<br /> leggende e luoghi locali intrecciati alla storia carolingia<br /> stuzzica la sua fantasia e l'attaccamento al suolo natio,<br /> per non dire che d&agrave; semplicemente licenza ad un certo<br /> campanilismo). Egli ha assunto le teorie dei valdichientisti<br /> come fossero dogmi di fede e non c'&egrave; modo di farlo<br /> desistere da quelle credenze. <br /> <br /> Comunque non sono le scarse capacit&agrave; critiche di mio padre<br /> in campo storico a preoccuparmi, quanto invece il fatto che<br /> questi signori ottengono il beneplacito delle istituzioni<br /> locali, occupano luoghi pubblici per le loro conferenze,<br /> vendono libri (non credo molti) sfuttando l'ignoranza delle<br /> persone e, ci&ograve; che &egrave; peggio, credono, o vogliono far<br /> credere, che il loro lavoro miri alla riscoperta della<br /> storia locale, quando invece producono l'effetto di<br /> dissimularla. <br /> -- <br /> Andrea M<br /> -- <br /> Articolo inviato via web dal servizio gratuito <br /> http://newsgroups.cyberspazio.org<br /> --<br /> www.cyberspazio.org - Servizi WEB Hosting <br /> --  

Invia una risposta:

Nome:

Email:

Titolo:

Testo:


Attenzione: l'invio del messaggio richiede diversi secondi.
Non premere pi� volte il tasto "Invia".

 © Sergio Simonetti 2001 Che cos'è Links