Utenti collegati: 31 
 
it.news.gcn
Domande e insulti al GCN

Indice messaggi | Invia un reply | Tutti i newsgroup | Cerca | Statistiche 



  Inviato da: Roberto Deboni DMIsr  Mostra tutti i messaggi di Roberto Deboni DMIsr
Titolo: Re: Avviata RFD per modificare il manifesto adeguandolo alla prassi
Newsgroup: it.news.gcn
Data: 13/05/2017
Ora: 15:46:25
Mostra headers
 
  On 13/05/17 11:49, Gabriele - onenet wrote:<br /> &gt; Roberto Deboni DMIsr wrote on 12/05/17 13:34:<br /> &gt;&gt; On 12/05/17 09:26, elledi wrote:<br /> &gt;&gt;&gt; Il 12/05/17 01.23, Sleepers ha scritto:<br /> &gt;&gt;&gt;<br /> &gt;&gt;&gt;&gt;<br /> &gt;&gt;&gt;&gt; Il tono &egrave; il pi&ugrave; pacato che mi &egrave; possibile usare<br /> &gt;&gt;&gt; [ ]<br /> &gt;&gt;&gt;&gt; S&igrave;, qualcosa rimane, ma mi appello alla clemenza della corte e<br /> &gt;&gt;&gt;&gt; adduco le<br /> &gt;&gt;&gt;&gt; circostanze attenuanti: vengo preso per sfinimento da anni :-)<br /> &gt;&gt;&gt;&gt;<br /> &gt;&gt;&gt;<br /> &gt;&gt;&gt;<br /> &gt;&gt;&gt; un tir di like.<br /> &gt;&gt;<br /> &gt;&gt; Sono curioso: lo sa di avere violato il galateo di Usenet (netiquette) ?<br /> <br /> Prima di replicare, voglio chiarire che non e' mia intenzione di<br /> cominciare a fare la maestrina dalla penna rossa o il<br /> moralizzatore, bensi', stante una situazione in corso che ha<br /> portato al mio totale oscuramento su *tutta* la gerarchia nazionale<br /> (= &quot;ergastolo&quot; ?) da parte del provider con il piu' numeroso<br /> seguito di utenti nazionali, ma sto cercando di evidenziare un<br /> rapporto tra la presunta gravita' di cio' di cui sono imputato e<br /> l'andazzo generale di comportamento di coloro che in flusso continuo<br /> mi attaccano (seppure in modo sottile ed apparentemente educato,<br /> come il messaggio a cui ho replicato imputandolo di una violazione).<br /> Una volta &quot;segnato&quot; un certo numeri di punti, smettero di fare queste<br /> piccole puntualizzazioni (anche se e' ovvio che ogni aggressione<br /> potrebbe contenere nella mia replica un elenco delle violazioni da<br /> parte del postatore)<br /> <br /> &gt; Sono curioso: indichi un riferimento preciso.<br /> <br /> Facile:<br /> <br /> https://tools.ietf.org/html/rfc1855<br /> <br /> dal punto 3.1.3<br /> <br /> &quot;Avoid posting &quot;Me Too&quot; messages, where content is limited to<br /> agreement with previous posts.&quot;<br /> <br /> Parafrasi: in Usenet i &quot;like&quot; sono deprecati.<br /> <br /> Ed una regola generale che si applica anche ad Usenet e':<br /> <br /> &quot;Avoid sending messages or posting articles which are no more than<br /> gratuitous replies to replies.&quot;<br /> <br /> Se lei si fosse limitato alla domanda fino a qui, questa sarebbe<br /> stata la mia replica. Tutto qui.<br /> <br /> Ma lei ha voluto aggiungere quello che, dalle mie parti, quando si scherza,<br /> si definisce &quot;un invito a nozze ...&quot;:<br /> <br /> &gt; La prego inoltre di non<br /> &gt; rispondere scrivendo un tema come al suo solito.<br /> <br /> Premessa immediata: lei non dovrebbe chiedere/pretendere questo.<br /> Si domandi come mai<br /> <br /> http://news.aioe.org/index.php?id=termsofuse<br /> <br /> &quot;Each article posted through this server must be smaller than 32KB&quot;<br /> <br /> pone un limite di ben 32KB, che equivale, in base all'altro limite<br /> (vedi ancora una volta il primo link che ho fornito qui:<br /> <br /> &quot;Limit line length to fewer than 65 characters ...&quot;<br /> <br /> [peraltro generalmente disatteso - direi per l'evoluzione della<br /> tecnica]<br /> <br /> ad un minimo di 504 righe (se poi ci sono un certo numero di righe<br /> piu' corte, il relativo numero aumenta), di cui circa, fino a,<br /> 25-26 righe ovvero 1,2KB sono occupati dalla intestazione, il che fa<br /> come minimo qualcosa intorno alle 480 righe di testo.<br /> Aggiungo un ulteriore tassello:<br /> <br /> &quot;Over 100 lines is considered &quot;long&quot;.&quot;<br /> <br /> Quindi, quello &quot;statuto&quot; originale e storico di Usenet poneva un<br /> vincolo di 100 righe prima di suggerire l'apposizione del tag<br /> [LONG] davanti al titolo. Siamo ben oltre a cio' che &quot;voi&quot;<br /> proponete come limite accettabile per un messaggio. Ed i server<br /> pongono un limite pratico di 480 righe ed oltre (dipende dalla<br /> lunghezza media delle righe). Per riepilogare, ecco i numeri<br /> dimensionali indicativi dei messaggi:<br /> <br /> righe da 1 --&gt; 100 (poi [LONG]) --&gt; 480 &lt; limite per messaggio<br /> <br /> Voglio completare lo scenario con le dimensioni indicate nel<br /> citato documento per il servizio di &quot;talk&quot; (per capirci, tipo<br /> le &quot;chat&quot;) al punto 2.1.2 :<br /> <br /> &quot;A good rule of thumb is to write out no more than 70 characters,<br /> and no more than 12 lines (since you're using a split screen).&quot;<br /> <br /> Ma guarda, sono i valori che certuni vorrebbero imporci qui<br /> (ovvero un massimo 840 caratteri) ... ma su questa distorsione<br /> delle regole commentero' in coda a questo intervento.<br /> <br /> [anticipo solo della ragione di un limite cosi' stretto di una<br /> &quot;chat&quot;: si tratta di un servizio in tempo reale e quindi la<br /> persona dall'altra parte e' impegnata con voi nel mentre vi<br /> risponde e quindi non si puo' pretendere che legga un testo<br /> lungo per potere replicare: sarebbe un monopolizzare il suo<br /> tempo, l'equivalente di quelli che partono con monologhi a<br /> quattro occhi, cosa fastidiosa anche, da &quot;lezione noiose in in<br /> aula scolastica; ma questa limitazione non vale per un messaggio<br /> email, il metodo di comunicazione usato da Usenet, perche'<br /> l'interlocutore puo' scegliere i tempi, e se lo vuole, per<br /> &quot;leggere&quot; e poi &quot;replicare&quot;]<br /> <br /> <br /> Secondo, questa sua frase e' invece un esempio di violazione<br /> generale del galateo, non solo su Usenet.<br /> <br /> Ovvero e' quello che dalle mie parti si definisce: un modo<br /> &quot;bastardo&quot; di parlare/scrivere, perche' (volto a ...?) ...<br /> causare proprio quello che chiede di non fare.<br /> [E per favore, non si inalberi inventandosi che le avrei dato<br /> del &quot;bastardo&quot;. Ho solo commentato la sua frase, non la sua<br /> persona, che non conosco, visto che e' la prima volta che<br /> la leggo]<br /> <br /> &gt; Lei &egrave; il primo ad andare molto spesso OT, tanto per dirne una.<br /> <br /> Concedo, ma l'OT spesso non e' una automaticamente una violazione<br /> del galateo. Altrimenti ci racconta la sua interpretazione del<br /> perche' e' stato storicamente introdotto il tag [OT] ?<br /> <br /> Faccio anche una puntualizzazione sul &quot;molto spesso&quot;. Si applica<br /> solo ad un breve periodo recentissimo (e di poche settimane) per<br /> una mia deliberata (ed evidentissima a chi esercita un minimo di<br /> buonafede) provocazione per la questione proprio delle violazioni<br /> del manifesto. Ed e' strana la coincidenza (ma forse e' veramente<br /> solo una coincidenza, della serie - gia' che ci siamo ...) che il<br /> mio oscuramento e' coinciso con un repulisti generale della Usenet<br /> sul provider AIOE, quello che mi ha totalmente bannato, su tutta<br /> la gerarchia italiana. Quindi potrebbe anche venire il dubbio che<br /> se i gruppi oggi sono migliorati molto (almeno per chi passa<br /> da AIOE) che un po' di merito e' anche dovuto alla mia<br /> provocazione.<br /> <br /> Aggiungo che l'OT e' talmente tollerato, che l'elemento primario<br /> su cui si basa, ovvero il manifesto del gruppo (altrimenti la<br /> definizione di &quot;fuori dal contesto&quot; proprio non esiste) e'<br /> considerato trascurabile.<br /> Ha letto la replica di Sleeper ? Ecco un estratto delle sue frasi<br /> (e spero che non si perda troppo del contesto in cui sono inserite):<br /> <br /> <br /> &quot;non c'&egrave; modo di far rispettare il charter [ndr: sarebbe il<br /> manifesto] in un newsgroup non moderato&quot;<br /> <br /> [in realta' l'amministratore di AIOE ha provato che e' possibile,<br /> pero' a costo di violare il &quot;principio di neutralita'&quot; che, a mio<br /> parere (e forse non e' solo mio ...) dovrebbe valere per qualsiasi<br /> fornitore dei servizi sottostanti qualsiasi forma di comunicazione;<br /> ad esempio: se, a prescindere dalla violazione dei contenuti - che<br /> e' un altro discorso -, se Poste Italiane aprisse le lettere per<br /> decidere quali siano meritevoli di essere inoltrate, mentre<br /> trattiene altre, lo trovereste giusto ? E se Poste Italiane<br /> restituisce il pagamento o lo respinge all'origine, nella ipotesi<br /> che il controllo epistolare e' fatto direttamente alla consegna ?]<br /> <br /> Sulla mia proposta di rendere il manifesto di it.hobby.fai-da-te<br /> piu' aderente all'uso che il consenso comune fa del gruppo da<br /> almeno un decennio. Sostanzialmente Sleeper replica che e'<br /> &quot;inutile&quot;, ed a nome del GCN mi sembra affermare che non c'e'<br /> alcun interesse a modificare i manifesti, anche solo per seguire<br /> una evoluzione in modo costante in una diversa direzione del<br /> gruppo.<br /> Posso capire un no, se tale evoluzione &quot;snaturerebbe&quot; il titolo<br /> del gruppo, ma it.hobby.fai-da-te e' un titolo talmente generico<br /> che anzi si potrebbe scrivere un manifesto talmente generico<br /> (perche' e' solo sulla base del manifesto che certi messaggi sono<br /> indicati come OT) da salvaguardare il 99% dei messaggi attuali<br /> senza uscire dal tema che il titolo del gruppo ispira.<br /> <br /> Onestamente quello che lei ed i suoi pari definiscono OT puzza<br /> tanto di un &quot;not like&quot; che un ogni comunita' chiusa facebook ha<br /> il diritto di esprimere. Ed i escludersi vicendevolmente.<br /> Questo non e' lo spirito di Usenet = &quot;free speech&quot;.<br /> <br /> <br /> Considerazione finale: la posizione che, con prepotenza (tra le<br /> vostre file c'e' chi usa metodi pesanti, spesso oltre quanto<br /> concesso dal codice penale), state sostenendo in gruppo di cio'<br /> che sarebbe Usenet nella gerarchia nazionale (come quella della<br /> lunghezza di cio' che e' permesso scrivere) e' una delle ragioni<br /> dietro alla moria dei gruppi Usenet nell'ultimo decennio.<br /> Infatti proponete un tipo di &quot;utilizzo&quot; equivalente a quello di<br /> un ibrido tra un forum ed una chat, ovvero, come nel caso a cui<br /> ho replicato qui, ad un servizio tipo facebook. Peccato che pero'<br /> gli &quot;originali&quot; offrono un servizio con strumenti superiori a cio'<br /> che puo' dare Usenet, e quindi pare ovvio che, se al novellino,<br /> Usenet appare come una specie di forum, alla fine, specie se viene<br /> dal Web, preferisce dirigersi verso i forum(s e facebook(s.<br /> Cioe' e' esacerbato dal fatto che quelli che spiegano cosa e'<br /> (era) Usenet ai nuovi arrivati sono pochi e ma sono pesantemente<br /> attaccati (digitalmente &quot;trucidati&quot; ?) nei loro tentativi di<br /> insegnare cosa Usenet offre di piu' di forum(s e facebook(s.<br /> <br /> Avete &quot;sequestrato&quot; Usenet a vostro uso e consumo, ponendo<br /> inaccettabili limiti alla liberta' di espressione. E sia chiaro,<br /> non mi riferisco allo scrivere insultando o in modo petulante o<br /> per provocare le persone nel gruppo, dividerli in fronti e farli<br /> litigare uno con l'altro, imbeccando i punti deboli di ognuno,<br /> cosa che invece non solo permettete, ma che molti del vostro<br /> gruppo (quello di un gruppo che vuole &quot;restringere&quot; in modo<br /> irragionevole il funzionamento di Usenet) anzi si fa partecipe.<br /> Quello non e' un modo di esprimere la liberta' di parola.<br /> E coloro di voi che non si sentono rappresentati in quel modo da<br /> bulli di rapportarsi su Usenet, perche' non prendono le distanze,<br /> ovvero di fatto concedono una tacita approvazione allo squadrismo<br /> bastonatore ? La vostra e' una visione di Usenet non<br /> formalizzata/prevista nelle regole dell'originale RFC1855 e nello<br /> spirito del free-speech che e' stato sicuramente la ragione<br /> del successo storico di Usenet.<br /> <br /> Le regole di facebook, ad esempio, che invece volete applicare<br /> qui, sembrano fatte apposta per polarizzare gli animi, per<br /> formare &quot;bande&quot; che si fronteggiano su posizioni opposte.<br /> E per applicare reciproche censure su cio' che si puo' scrivere<br /> e leggere.<br /> <br /> Lo spirito storico di Usenet e' volto a favorire<br /> &quot;l'approfondimento dei temi&quot; e non la chiacchera da bar.<br /> E l'approfondimento e' utile a raggiungere una comprensione tra<br /> le posizioni di ognuno (spesso i conflitti nascono da<br /> &quot;ignoranze reciproche&quot; di cio' che ci riguarda, che ci tocca).<br /> Ci sono forze sociali e politiche che non lo gradiscono.<br /> E come ieri c'era il sospetto che dietro all'opposizione piu'<br /> virulenta all'uso dell'energia nucleare (antinuclearismo),<br /> c'erano i concorrenti dei rivenditori di combustibili fossili<br /> (oggi confermato, perche' per la prima volta nella storia,<br /> hanno cominciato ad attaccare apertamente il settore<br /> dell'energia nucleare), oggi nasce il dubbio che tra le forze<br /> che certamente sono contrarie, per le piu' varie ragioni ed<br /> ideologie, allo spirito del &quot;free-speech&quot;, c'e' qualcuna che<br /> potrebbe anche desiderare di sostenere e finanziare ogni azione<br /> volta a snaturare le &quot;Usenet nazionali&quot; con l'intento finale di<br /> limitare la generale liberta' di espressione che Usenet puo'<br /> permettere. Che riescano o meno nello scopo sta nelle decisioni<br /> spicciole e scelte che la maggioranza prendera'.<br /> <br /> <br /> Vivendo volando, che male ti fo' [chi utilizza Usenet - e non<br /> un portale Web, altrimenti ... di chi parliamo ? (*) - potendo<br /> &quot;plonkare&quot; o anche semplicemente sorvolare con lo sguardo chi<br /> non morfa mai, rendendosi sempre immediatamente riconoscibile,<br /> e quindi con l'operazione di &quot;scivolata sul titolo&quot; non<br /> scaricare neanche un carattere del contenuto scritto dal<br /> &quot;postatore antipatico&quot;, perche' impedire che altri, invece<br /> incuriositi o interesssati facciano il fatidico &quot;clic&quot; ?]<br /> <br /> (*) l'unica parola abbinabile a non volere che una frase appaia<br /> sul Web (cioe' da un portale Web e quindi fuori da Usenet) e'<br /> *censura*.<br /> <br /> [questo testo e' lungo poco piu' di 12KB caratteri piu'<br /> l'intestazione, quindi ben sotto il limite di 32KB di AIOE,<br /> anche se rientra nella definizione di [LONG], essendo di<br /> circa 270 righe, incluse le righe di citazione a cui ho<br /> replicato e queste righe sulla dimensione del testo]<br />  

Il thread:
da leggere Roberto Deboni DMIsr 13/05 15:46
Re: Avviata RFD per modificare il manifesto adeguandolo alla prassi
   da leggere elledi 15/05 17:10
Re: Avviata RFD per modificare il manifesto adeguandolo alla prassi
      da leggere Aioe 15/05 17:14
Re: Avviata RFD per modificare il manifesto adeguandolo alla prassi
         da leggere elledi 16/05 14:34
Re: Avviata RFD per modificare il manifesto adeguandolo alla prassi
 

Invia una risposta:

Nome:

Email:

Titolo:

Testo:


Attenzione: l'invio del messaggio richiede diversi secondi.
Non premere pi� volte il tasto "Invia".

 © Sergio Simonetti 2001 Che cos'è Links