Utenti collegati: 27 
 
it.arti.scrivere
Scritti inediti e consigli per gli autori

Indice messaggi | Invia un reply | Tutti i newsgroup | Cerca | Statistiche 



  Inviato da: pecco  Mostra tutti i messaggi di pecco
Titolo: La storia del vento
Newsgroup: it.arti.scrivere
Data: 30/06/2017
Ora: 18:29:49
Mostra headers
 
  <br /> Tanti, tanti anni fa, quando gli uomini vivevano ancora nelle caverne, il V=<br /> ento venne ad abitare fra loro. Lo fece per aiutarli nei loro compiti (vist=<br /> o che erano alle prime armi) e per dimostrare a sua sorella, la Pioggia, a =<br /> seguito di una discussione tra loro intercorsa, quanto fosse importante far=<br /> e qualcosa per gli altri scendendo dal proprio piedistallo.<br /> Prese dunque le sembianze umane, o meglio scimmiesche, in modo da non farsi=<br /> riconoscere, e anch'esso si diede alle attivit=C3=A0 primordiali, come cac=<br /> ciare, ripararsi, incidere le pareti con graffiti.<br /> Ma di quello che il Vento faceva non restava mai traccia: nessuno pu=C3=B2 =<br /> modificare del tutto la propria natura.<br /> Cos=C3=AC gli altri uomini ebbero assieme paura, diffidenza e anche una sor=<br /> ta di ammirazione nei suoi confronti, come fosse una sorta di Messia ante l=<br /> itteram. Con schiamazzi (quasi dei grugniti) e urla (o meglio urli) cercaro=<br /> no di scacciarlo, ma il Vento non voleva ammettere la propria sconfitta...<br /> Solo quando si rese conto che neanche nella preistoria del mondo (oltre che=<br /> , col senno del poi, nella storia) c'era posto per la riconoscenza riprese =<br /> le sue sembianze e soffiando forte fece crollare i primi abbozzi di capanne=<br /> con cui gli umani si stavano cimentando. Quest'azione, finalmente, fu effi=<br /> cace e visibile, e, seppur negativa, diede agli uomini la misura della forz=<br /> a del Vento.<br /> Da allora la diffidenza si tramut=C3=B2 in rispetto e la paura in venerazio=<br /> ne, e il Vento pot=C3=A9 tornare nel suo mondo con la soddisfazione, almeno=<br /> , di aver insegnato agli uomini a guardare oltre. Purtroppo, per=C3=B2, com=<br /> e poi sarebbe successo in futuro il pi=C3=B9 delle volte, solo grazie alle =<br /> maniere forti...  

Invia una risposta:

Nome:

Email:

Titolo:

Testo:


Attenzione: l'invio del messaggio richiede diversi secondi.
Non premere pi� volte il tasto "Invia".

 © Sergio Simonetti 2001 Che cos'è Links