Utenti collegati: 44 
 
it-alt.media.tv.fuoriorario
Fuori Orario: cose (mai) viste

Indice messaggi | Invia un reply | Tutti i newsgroup | Cerca | Statistiche 



  Inviato da: shinjoker91@gmail.com  Mostra tutti i messaggi di shinjoker91@gmail.com
Titolo: [FuoriOrario] - Programmazione 01 / 07 Giugno 2014
Newsgroup: it-alt.media.tv.fuoriorario
Data: 23/05/2014
Ora: 06:33:39
Mostra headers
 
  Domenica 1 giugno 2014 RAI 3 dalle 2=<br /> ..00 alle 6.00 (240')<br /> Fuori Orario cose (mai) viste<br /> di Ghezzi Baglivi Di Pace Esposito Francia Fumarola Giorgini Melani Turigli=<br /> atto<br /> =20<br /> presenta<br /> =20<br /> a cura di Lorenzo Esposito e Roberto Turigliatto<br /> =20<br /> con i film<br /> ATTENZIONE MADAME / CUIDADO MADAME prima visione TV<br /> (Brasile, 1970, col., 68', v.o.)<br /> Regia: Julio Bressane<br /> Con: Helena Ignez, Maria Gladys, Suzana de Moraes<br /> Ultimo film della meteora Bel Air, girato in Brasile e sonorizzato, montato=<br /> e missato a Parigi, nei laboratori Eclair, dopo la partenza forzata di Bre=<br /> ssane, Sganzerla e Helena Ignez dal Brasile a causa della dittatura militar=<br /> e. Lunghi piani sequenza per seguire una cameriera che deambulando di casa =<br /> in casa elimina le sue padrone. &quot;Un film fortissimo. Maria Galdys e Helena =<br /> Ignez molto brave, una sorta di Matou a familia pi=F9 intimo, come se fosse=<br /> un super8. All'epoca il film aveva l'effetto di una lama di coltello. Il t=<br /> ema =E8 la rivolta degli schiavi, i sottoposti che in mancanza di prospetti=<br /> ve, decidono di trasformare dieci, venti giorni, nell'eternit=E0. E allora =<br /> uccidono i padroni. In seguito moriranno, ma quello spazio di libert=E0, an=<br /> che solo di una settimana, per loro =E8 un'eternit=E0. Il colore =E8 molto =<br /> importante, =E8 come un super-polaroid, ma realizzato con tecnologia sofist=<br /> icata, Eclair 16 mm., Nagra...&quot; (Julio Bressane)<br /> BARONE OLAVO, L'ORRIBILE / BAR=C3O OLAVO O HORR=CDVEL<br /> (Brasile, 1970, col., 62', v.o. sott. it.)<br /> Regia: Julio Bressane<br /> Con: Helena Ignez, Guaracy Rodrigues, Rodolfo Arena, Lilian Lemmertz, Isabe=<br /> lla, Poty, Othoniel Serra<br /> Primo film a colori di Bressane, girato nella casa del pittore Elyseu Visco=<br /> nti e rimasto in parte incompiuto nella sonorizzazione e nel montaggio fina=<br /> le a causa della partenza forzata dal Brasile del regista. Horror e humour =<br /> intorno al tema della pazzia: &lt;&lt;Alla fine tutti escono dalla casa come se f=<br /> ossero dei topi di laboratorio che fuggono, invadono la citt=E0 e vanno a c=<br /> ontaminare il mondo&gt;&gt;. &lt;&lt;Se parliamo dell'orrore, in questo film si tratta =<br /> dell'orrore nazionale, comprendendovi Mojica Marins come emblema. Possono f=<br /> orse esserci alcune macchie di Corman e dell'horror inglese, ma =E8 un'altr=<br /> a scala dell'horror. Ora, quello che trasform=F2 il film fu il luogo dove g=<br /> irammo, la casa di un pittore del XIX secolo, un ricettacolo di luce. Tutto=<br /> era studiato per produrre effetti di luce. Quando arrivai e vidi quella ca=<br /> sa, quella luce, dissi: =E8 questo il film, =E8 questo l'orrore. Il senso d=<br /> el film, il suo fascino, deriva da questo laboratorio di luce&gt;&gt; (J. Bressan=<br /> e).<br /> LA FAMIGLIA DEL CHIASSO / A FAMILHA DO BARULHO =20<br /> (Brasile, 1970, b/n, 58', v.o.. sott.it.)<br /> Regia: Julio Bressane<br /> Con: Helena Ignez, Guar=E0, Kleber Santos, Maria Gladys, Grande Otelo<br /> Girato in quattro giorni, il primo film della Bel Air di Bressane. Una trag=<br /> ichachada sulle peripezie di un malandrino carioca coinvolto in una strana,=<br /> confusionaria famiglia piccolo-borghese. &quot;All'origine del film ci fu l'imp=<br /> atto che ebbi con A Mulher de Todos di Sganzerla. Si tratta di due formalis=<br /> mi molto diversi, ma vedendo quel film ebbi la percezione delle possibilit=<br /> =E0 che si aprivano, delle prospettive che anch'io stavo cercando. Il tema =<br /> dell'ipocrisia familiare, il desiderio mascherato, tutte le aberrazioni bib=<br /> liche, mi =E8 venuto dopo, in maniera intuitiva. In Familha do barulho pres=<br /> i conoscenza di un certo formalismo modernista brasiliano, la mescolanza de=<br /> gli elementi, le icone di questo humour che erano dentro lo spirito di Oswa=<br /> ld de Andrade. In questo senso il film =E8 il mio primo incontro con Oswald=<br /> &quot; (Julio Bressane)<br /> =20<br /> =20<br /> Luned=EC 2 giugno 2014 RAI 3 dalle 1.05 alle 3.00 (115'=<br /> )<br /> Fuori Orario cose (mai) viste<br /> di Ghezzi Baglivi Di Pace Esposito Francia Fumarola Giorgini Melani Turigli=<br /> atto<br /> =20<br /> presenta<br /> =20<br /> BEL AIR prima v=<br /> isione TV<br /> (Bel Air, Brasile, 2009, col., 80'48&quot;, v.o. sott.it.)<br /> Regia: Bruno Safadi, Noa Bressane<br /> Con Julio Bressane, Rog=E9rio Sganzerla, Helena Ignez, Maria Gladys, Guar=<br /> =E1 Rodrigues, Grande Otelo<br /> Nel 1970 i cineasti Julio Bressane e Rog=E9rio Sganzerla. gi=E0 rivelatisi =<br /> coi loro primi film che di fatto sancivano la rottura col |Cinema Novo, si=<br /> unirono con l'attrice Helena Ignez per produrre insieme i loro film.Ironic=<br /> amente chiamata Bel Air, questa casa di produzione fu una sorta di &quot;terremo=<br /> to clandestino&quot;, una veloce meteora oscurata e distrutta nella memoria dal=<br /> le autorita' militari del paese non meno che dall'ostilita' dell'establish=<br /> ment del Cinema Novo. Nel giro di pochi mesi la Bel Air produsse tre film d=<br /> i Bressane e tre di Sganzerla. Fuori Orario ha appena mandato in onda i tre=<br /> film Bel Air di Bressane, in attesa di presentare anche quelli di Sganzerl=<br /> a. Il film di Bruno Safadi e Noa Bressane ricostruisce quarant'anni dopo - =<br /> col montaggio di rarissimo materiale d'archivio e con interviste ai protago=<br /> nisti, l'esperienza unica di un'alterit=E0 cinematografica radicale e utopi=<br /> ca, rimasta sconosciuta alla cultura cinematografica mondiale. Presentato a=<br /> Rotterdam e ad altri festival il film ha cos=EC rivelato un oggetto in gr=<br /> an parte (anche se in Italia i film Bel Air si erano visti nelle retrospett=<br /> ive complete dei due registi presentate al Torino Film Festival nel 2002 e =<br /> nel 2004). Cos=EC Julio Bressane raccontato la Bel Air in quell'occasione: =<br /> &quot;Eravamo in tre, io, Rog=E9rio Sganzerla e Helena Ignez. A febbraio, marzo,=<br /> del 1970, realizzammo i nostri film. Dur=F2 fino ad aprile e fin=EC. And=<br /> =F2 cos=EC, con il gusto dell'improvvisazione totale, in senso jazzistico. =<br /> L'improvvisazione =E8 l'opera assoluta dell'inconscio. Fu il sintomo dell'a=<br /> ntenna filosofica della Bel Air. Fu collocare sul piatto la questione della=<br /> follia. In quel momento questa questione stava diventando filosofia, la fi=<br /> losofia francese stava cominciando a pensare questa questione. Tutto questo=<br /> risult=F2 troppo forte e intollerabile. Inaccettabile. La Bel Air tra l'al=<br /> tro port=F2 sulla scena cinematografica quella vena, quella linea di forza =<br /> della creazione, rappresentata in Brasile dalla poesia concreta e dalla ril=<br /> ettura di Oswald de Andrade... Tutto ci=F2 entr=F2 nel cinema brasiliano co=<br /> n la Bel Air, per molti aspetti per la prima volta. (...) Finch=E8 non succ=<br /> esse questa cosa terribile, l'accusa da parte dell'Esercito, allora al pote=<br /> re, che i nostri film facevano parte di una cospirazione. Andammo a Parigi =<br /> e la Bel Air fin=EC perche' non poteva vivere fuori del Brasile. Fu il sile=<br /> nzio, l'isolamento generale. Nessuno fu solidale, al contrario. Non lo furo=<br /> no perch=E8 si sentirono offesi, dai nostri film. Non vollero convivere con=<br /> questa differenza&quot; (Julio Bressane)=20<br /> =20<br /> VIOLA CINESE =20<br /> (Viola chinesa, Brasile, 1975, col., v.o. sottotitoli italiani, 8')<br /> Regia: Julio Bressane<br /> Con: Julio Bressane, Grande Otelo<br /> Un manifesto improvvisato di arte poetica con Bressane che dialoga con Gran=<br /> de Otelo, la grande star della chanchada. E anche provocazione totale contr=<br /> o il cinema brasilano: &quot;L'arte =E8 conflitto, anormalit=E0, dunque il cinem=<br /> a =E8 erotico&quot;. =20<br /> =20<br /> =20<br /> Martedi 3 giugno 2014 RAI3 dalle 1.=<br /> 55 alle 2.00 (5') =20<br /> Fuori Orario cose (mai) viste<br /> di Ghezzi Baglivi Di Pace Esposito Francia Fumarola Giorgini Melani Turigli=<br /> atto<br /> =20<br /> presenta EVELINE<br /> =20<br /> Mercoledi 4 giugno 2014 RAI3 dalle 1.5=<br /> 5 alle 2.00 (5') =20<br /> Fuori Orario cose (mai) viste<br /> di Ghezzi Baglivi Di Pace Esposito Francia Fumarola Giorgini Melani Turigli=<br /> atto<br /> =20<br /> presenta VENTI ANNI PRIMA<br /> =20<br /> Giovedi 5 giugno 2014 RAI3 dalle 1.55=<br /> alle 2.00 (5') =20<br /> Fuori Orario cose (mai) viste<br /> di Ghezzi Baglivi Di Pace Esposito Francia Fumarola Giorgini Melani Turigli=<br /> atto<br /> =20<br /> presenta FUORIORARIO<br /> =20<br /> Venerd=EC 6 giugno 2014 RAI 3 dalle 1.55 alle 7.05(310'=<br /> )<br /> Fuori Orario cose (mai) viste=20<br /> di Ghezzi Baglivi Di Pace Esposito Francia Fumarola Giorgini Melani Turigli=<br /> atto<br /> =20<br /> presenta<br /> =20<br /> =20<br /> a cura di Lorenzo Esposito e Roberto Turigliatto<br /> =20<br /> =20<br /> =20<br /> REI DO BARALHO / IL RE DEL MAZZO prima visione TV<br /> (Brasile, 1973 , b/n, 77'39&quot;, v.o. sott. it. )<br /> Regia: Julio Bressane<br /> Con: Grande Otelo, Marta Anderson, Wilson Grey, Fininho, Cah=FA Filho, Elis=<br /> a, Guar=E0 Rodrigues<br /> In uno studio cinematografico gli attori si truccano e la troupe aspetta di=<br /> cominciare le riprese del film. Grande Otelo, malandrino &lt;&lt;re del mazzo&gt;&gt;,=<br /> e Marta Anderson, bionda e provocante diva della rivista, recitano nello s=<br /> cenario storico delle chanchadas, gli studi abbandonati della Cin=E9dia. &lt;&lt;=<br /> La fotografia =E8 splendida, =E8 una sorta di canto parallelo, di critica, =<br /> di parodia, di comprensione di una certa luce del cinema brasiliano di quel=<br /> l'epoca, gI=E0 ricreata, gi=E0 stilizzata. E con gli attori pi=F9 antichi, =<br /> Otelo, Lewgoy e gli altri accadeva qualcosa di molto importante per la perc=<br /> ezione artistica, che =E8 il rivedere, il rifare, era gi=E0 un metalinguagg=<br /> io concreto&gt;&gt; (J. Bressane).<br /> =20<br /> LA RECTA PROVINCIA =20<br /> (id., Cile, 2007, col. 161', v.o. con sott. it.)<br /> Regia: Raoul Ruiz<br /> Con: Bellica Castro, Ignacio Aguero<br /> =20<br /> La Recta Provincia =E8 una regione Cilena popolata da fantasmi, in cui i vi=<br /> vi si confondo con i morti, la realt=E0 con la leggenda. Una madre e suo fi=<br /> glio si mettono in viaggio per ricomporre il corpo di uno scheletro e li at=<br /> tende un intero mondo di apparizioni e di storie millenarie...<br /> =20<br /> =20<br /> Sabato 7 giugno 2014 RAI 3 dalle 1.15 alle 7.00 (345')<br /> Fuori Orario cose (mai) viste=20<br /> di Ghezzi Baglivi Di Pace Esposito Francia Fumarola Giorgini Melani Turigli=<br /> atto<br /> =20<br /> presenta<br /> =20<br /> a cura di Lorenzo Esposito e Roberto Turigliatto<br /> COFRALANDES 2001/2002 =20<br /> COFRALANDES I - RHAPSODIA CHILENA (RAPSODIA CILENA) COFRALANDES II - ROSTRO=<br /> S Y RINCONES (VOLTI E ANGOLI) COFRALANDES III - MUSEOS Y CLUBES DE LA REGIO=<br /> N ANTARTICA (MUSEI E CLUB DLELA REGIONE ANTARTICA) COFRALANDES IV -EVOCACIO=<br /> NES Y VALSES (IMPRESSIONI E VALZER) (Francia, Cile, 2001-2002, col., parti =<br /> 1, 2, 3, 4, durata: 81'41&quot;+85'53&quot;+58'37&quot; + 91'54&quot;)<br /> Regia: Raoul Ruiz Interpreti: Bernard Pautrat, Malcolm Load, Rainer Krause<br /> Viaggio onirico in un paese immaginario: Cofralandes. Un paese ai confini d=<br /> el mondo o, se si preferisce, fuori dal mondo. Il lontano Cile viene altres=<br /> =EC mostrato secondo lo sguardo di tre viaggiatori: un francese, un tedesco=<br /> , un inglese. Una telecamera/testimone li accompagna. Nasconde un narratore=<br /> , un cileno che riscopre che strano paese =E8 il suo. Paese di sogni e di i=<br /> ncubi Davanti alla telecamera appaiono degli strani personaggi, si vengono =<br /> a creare situazioni insolite, si inventano immagini che vengono da un luogo=<br /> in cui la dolcezza ferisce e uccide. Un paese in cui il solo senso distint=<br /> ivo =E8 effettivamente l'assenza. Un luogo in cui l'assenza di colore =E8 i=<br /> l colore locale. E tuttavia, a poco a poco da questa specie di Mar dei Sarg=<br /> assi emergono qua e l=E0 delle immagini e delle situazioni in cui il piacer=<br /> e e un riso folle si accompagnano al dolore e all'incertezza. Ma nelle qual=<br /> i anche una poesia di bambino nasconde un massacro e un sorriso, una scossa=<br /> sismica.<br />  

Invia una risposta:

Nome:

Email:

Titolo:

Testo:


Attenzione: l'invio del messaggio richiede diversi secondi.
Non premere pi� volte il tasto "Invia".

 © Sergio Simonetti 2001 Che cos'è Links