Utenti collegati: 24 
 
it-alt.scienze.acustica
Acustica: teoria, pratica ed applicazioni

Indice messaggi | Invia un reply | Tutti i newsgroup | Cerca | Statistiche 



  Inviato da: gian.marconi@gmail.com  Mostra tutti i messaggi di gian.marconi@gmail.com
Titolo: Limiti di rumore differenziale
Newsgroup: it-alt.scienze.acustica
Data: 05/11/2015
Ora: 17:30:22
Mostra headers
 
  Abito in un appartamento al primo piano, appena sopra ad un'autofficina, in=<br /> zona acustica IV.<br /> A finestre aperte il rumore ambientale diurno, misurato con un'applicazione=<br /> fonometro per cellulare (so che l'attendibilit=E0 =E8 relativa, ma fingiam=<br /> o che i valori siano questi) =E8 di circa 53db e, per quanto si sentano, no=<br /> n =E8 influenzata dai rumori provenienti dall'attivit=E0 al piano sottostan=<br /> te.<br /> Invece, a finestre chiuse, il rumore ambientale passa frequentemente da 33/=<br /> 35db circa a 43/44db in occasione dell'uso dei ponti sollevatori, delle pis=<br /> tole pneumatiche e di altre frequenti operazioni specifiche dell'attivit=E0=<br /> lavorativa (martellate, trascinamento di crick, prova di motori ad alto nu=<br /> mero di giri, ecc.).<br /> Ci sono le condizioni per rivolgersi all'ARPA ed ottenere un esito tale che=<br /> mi permetta di richiedere un'isonorizzazione degli ambienti dell'autoffici=<br /> na?<br /> Grazie.  

Invia una risposta:

Nome:

Email:

Titolo:

Testo:


Attenzione: l'invio del messaggio richiede diversi secondi.
Non premere pi� volte il tasto "Invia".

 © Sergio Simonetti 2001 Che cos'è Links