Utenti collegati: 26 
 
it-alt.politica.democrazia-diretta
Come realizzare sul serio la democrazia

Indice messaggi | Invia un reply | Tutti i newsgroup | Cerca | Statistiche 



  Inviato da: Lara Novelli  Mostra tutti i messaggi di Lara Novelli
Titolo: DIRITTO DEI POVERI ALL'INFORMAZIONE
Newsgroup: it-alt.politica.democrazia-diretta
Data: 17/08/2012
Ora: 16:45:33
Mostra headers
 
  DIRITTO DEI POVERI ALL'INFORMAZIONE<br /> <br /> Il diritto dei poveri a dare e ricevere informazioni<br /> www.democrazia-diretta-nazionale.it<br /> <br /> Milioni di italiani poveri vivono nella disinformazione sui diritti ed <br /> interessi politici collettivi.<br /> Migliaia di italiani poveri vorrebbero dare informazioni sulle loro <br /> iniziative di referendum, petizioni, manifestazioni, di sciopero, <br /> solidariet&agrave; a categorie sociali, consigli che riguardano la conquista di <br /> diritti politici o pericoli di perderli.<br /> <br /> Centinaia di associazioni dello stato sociale in difficolt&agrave; economiche <br /> vorrebbero comunicare all'intera Collettivit&agrave; italiana le proprie esigenze, <br /> le loro proposte, le loro iniziative, i loro siti.<br /> <br /> Per tutti i poveri la pubblicit&agrave; &egrave; costosissima, nello stesso tempo <br /> l'informazione in un regime davvero democratico &egrave; indispensabile.<br /> <br /> Per questo consigliamo a tutti gli italiani di iscriversi al sito<br /> democrazia-diretta-nazionale.it, per avere tutti il diritto di dare e <br /> ricevere informazioni riguardanti la vita politica sociale.<br /> <br /> In questo modo, raccolti in un unico mezzo di comunicazione, chi vuole dare <br /> e chi deve ricevere, , non ci sarebbe pi&ugrave; il problema della informazione, in <br /> quanto, ricevendo una newsletter, tutti sarebbero informati sulle notizie <br /> importanti.<br /> <br /> Non solo, tutti i cittadini possono pubblicare articoli, lasciare sul sito <br /> proposte, informazioni di interesse generale, commenti, il tutto senza <br /> filtro.<br /> <br /> Gli scettici e diffidenti sono invitati per primo a constatare la validit&agrave; <br /> del servizio.<br /> <br /> La conoscenza &egrave; un bene comune e come tale desideriamo realizzarla.<br /> <br /> Il sito non &egrave; legato a nessuna ideologia partitica.<br /> <br /> Con la parola &ldquo;conoscenza&rdquo; si intendono tutte le idee, le informazioni e i <br /> dati comprensibili, in qualsiasi forma essi vengano espressi o ottenuti.<br /> <br /> La conoscenza deriva dalle informazioni come le informazioni derivano dai <br /> dati reali.<br /> <br /> E' sotto gli occhi di tutti che esiste una informazione scorretta, con dati <br /> manipolati, gestita da organizzazioni private, mass-media fortemente <br /> schierati politicamente da una parte o dall'altra, facendo assimilare ai <br /> cittadini una conoscenza distorta, altre verit&agrave; tenute nascoste al popolo.<br /> <br /> Anche per questo lasciamo i cittadini comunicare tutto senza filtro, <br /> vietando solo ci&ograve; che &egrave; vietato dal Codice penale (leggere le regole di <br /> condotta).<br /> <br /> In questo sito impieghiamo il termine &ldquo;conoscenza&rdquo; per riferirci a tutte le <br /> forme di sapere riguardanti interessi collettivi, conseguito attraverso l&rsquo;esperienza <br /> o lo studio, sia esso espresso in forma di cultura locale, scientifica, <br /> erudita o in qualsiasi altra forma.<br /> <br /> La conoscenza &egrave; un bene comune, a maggior ragione l'informazione deve essere <br /> un bene pubblico, e come tale deve consentire ai cittadini poveri il diritto <br /> di dare e ricevere informazioni corrette.<br /> <br /> La conoscenza deve soddisfare l'esigenza umana<br /> e il bene economico collettivo.<br /> <br /> La conoscenza cumulativa, l'effetto cumulativo genera vantaggi per tutti <br /> nella misura in cui l&rsquo;accesso a tale patrimonio sia aperto a tutti.<br /> <br /> Il servizio sar&agrave; attivo solo dopo che la popolazione italiana in maggioranza <br /> si sia registrata al sito con la sola e-mail, abbia accettato di farne parte <br /> per dare e ricevere il servizio, abbia dimostrato interesse.<br /> <br /> Solo per la partecipazione al voto referendario elettronico occorre <br /> registrarsi con dati personale in quanto il sistema &egrave; stato elaborato sui <br /> dati personali.<br /> <br /> Gli interessati facciano il passaparola perch&eacute; anche i promotori non sono <br /> in condizioni economiche di pagare la costosissima pubblicit&agrave;.<br /> <br /> redazione@democrazia-diretta-nazionale.it <br />  

Il thread:
da leggere Lara Novelli 17/08 16:45
DIRITTO DEI POVERI ALL'INFORMAZIONE
   da leggere Lara Novelli 02/09 13:03
Re: DIRITTO DEI POVERI ALL'INFORMAZIONE
 

Invia una risposta:

Nome:

Email:

Titolo:

Testo:


Attenzione: l'invio del messaggio richiede diversi secondi.
Non premere pi� volte il tasto "Invia".

 © Sergio Simonetti 2001 Che cos'è Links