Utenti collegati: 30 
 
it-alt.salute.medicina-alternativa
Cure naturali e medicina complementare

Indice messaggi | Invia un reply | Tutti i newsgroup | Cerca | Statistiche 



  Inviato da: dominique.quattrocchi@gmail.com  Mostra tutti i messaggi di dominique.quattrocchi@gmail.com
Titolo: ontroreplica a L. Poma, portavoce di "Giù le Mani d ai Bambini"
Newsgroup: it-alt.salute.medicina-alternativa
Data: 07/12/2013
Ora: 22:57:55
Mostra headers
 
  Controreplica a L. Poma, portavoce di &quot;Gi=F9 le Mani dai Bambini&quot;<br /> <br /> Di Martini, marzo 2007.<br /> =20<br /> Articolo di riferimento: Le campagne anti-Ritalin e anti-psichiatria... i r=<br /> etroscena<br /> <br /> In risposta a: Replica di Luca Poma, portavoce di &quot;Gi=F9 le Mani dai Bambin=<br /> i&quot;<br /> <br /> <br /> Gentile Portavoce,<br /> <br /> La ringrazio per le precisazioni che ha voluto inviarmi.<br /> <br /> Se =E8 vero che l'appartenenza a Scientology di due animatori di primo pian=<br /> o della Campagna &quot;Gi=F9 le Mani dai Bambini=AE&quot; (Lei e il suo collega Tosel=<br /> li) e dell'allora appartenente al Vostro Comitato Scientifico Roberto Cesta=<br /> ri afferisce alla sfera prettamente personale, resto per=F2 dell'opinione c=<br /> he quando ideologia religiosa ed impegno pubblico si muovono nella medesima=<br /> direzione, allora quell'appartenenza acquisisce rilevanza. Sarebbe lo stes=<br /> so se alcuni Testimoni di Geova contribuissero a lanciare e si adoperassero=<br /> attivamente in una campagna anti-trasfusioni o se portavoce e coordinatore=<br /> (gi=E0 co-fondatori) di una campagna pro-clonazione fossero dei raeliani, =<br /> e nel Comitato Scientifico della stessa fosse inizialmente presente un medi=<br /> co raeliano - impegnato da anni in attivit=E0 strettamente legate alla sua =<br /> ideologia, presidente di un Comitato fondato dal suo movimento religioso al=<br /> fine di diffondere la sua particolare visione di una determinata pratica m=<br /> edica, premiato per il suo impegno nella propagazione dei principi del grup=<br /> po a cui appartiene. Indipendentemente dalla fondatezza delle rispettive in=<br /> iziative, resterebbe a mio avviso una base ideologica che potrebbe riverber=<br /> arsi nel modo in cui dette campagne colpiscono e vengono recepite dall'imma=<br /> ginario collettivo.<br /> <br /> Da un paio d'anni osservo la campagna di cui Lei =E8 attivo portavoce e la =<br /> mia esperienza e conoscenza della dottrina della Chiesa di Scientology mi h=<br /> anno fatto maturare la convinzione che l'iniziativa che Lei rappresenta abb=<br /> ia due anime distinte, una scientologica e una no, ma che la prima comunque=<br /> permanga e sia quella che viene maggiormente percepita dal pubblico e dai =<br /> media. Mi spiego meglio. La campagna sostiene di battersi contro l'abuso di=<br /> psicofarmaci in et=E0 pediatrica, ma ad iniziare dalla denominazione che l=<br /> e si =E8 voluta dare - &quot;Gi=F9 le Mani dai Bambini&quot; - e dallo slogan ripreso=<br /> ovunque sulla Vostra pubblicistica - &quot;Non etichettare tuo figlio. Parlagli=<br /> !&quot; - mi sembra che il messaggio di base sia fortemente stigmatizzante. Chi =<br /> avrebbe messo le &quot;mani sui bambini&quot; e chi non parlerebbe ai propri figli? U=<br /> n medico non &quot;mette le mani sui bambini&quot;, lo fa invece chi ha intenzioni qu=<br /> antomeno poco benevole. La diagnosi medica diventa &quot;etichetta&quot; apposta dai =<br /> genitori, che non ascolterebbero il disagio del loro bambino. Si direbbe ch=<br /> e i genitori che devono affrontare a livello farmacologico un disturbo come=<br /> l'ADHD, che pu=F2 essere veramente grave per lo sviluppo e i rapporti soci=<br /> ali/interpersonali del bambino, vengano doppiamente &quot;criminalizzati&quot;: l'imm=<br /> aginario che i vostri slogan sembrano sollecitare =E8 quello di una malatti=<br /> a inesistente che genitori poco responsabili preferiscono liquidare con una=<br /> sostanza farmaceutica mortalmente pericolosa.<br /> <br /> La lettura di riviste popolari come quella che ho riportato nel mio articol=<br /> o e dei vari blog, forum e gruppi di discussione Internet che trattano l'ar=<br /> gomento mi sembra davvero evidenziare quanto quel tipo di immaginario sia s=<br /> tato colpito. La criminalizzazione del principio attivo usato per trattare =<br /> - tra l'altro in percentuali abbastanza basse - i bambini colpiti dal distu=<br /> rbo =E8 totale, e le poche voci che si levano per spiegare perch=E9 si =E8 =<br /> stati costretti a ricorrere a un trattamento farmacologico vengono immediat=<br /> amente e decisamente accusate di &quot;drogare&quot; i propri bambini. Poich=E9 come =<br /> Lei spesso ricorda la campagna di cui =E8 portavoce =E8 la pi=F9 importante=<br /> e quella che gode di maggior visibilit=E0 nel nostro Paese, immagino sia a=<br /> d essa che va imputata una buona parte di questo tipo di &quot;responsabilit=E0&quot;=<br /> .. E anche le vignette reperibili sul vostro portale sembrano andare in ques=<br /> ta direzione.<br /> <br /> Se da una parte si sostiene di combattere l'ABUSO, punto su cui credo siamo=<br /> tutti d'accordo, dall'altra mi sembra che il messaggio recepito dalla &quot;mas=<br /> sa&quot;, artisti vostri sostenitori compresi, sia di rifiuto totale dell'USO. E=<br /> questo tipo di criminalizzazione trova perfetta corrispondenza nell'ideolo=<br /> gia di Scientology in merito a psichiatria e psicofarmaci. Tale corrisponde=<br /> nza =E8, o era fino a poco tempo fa, riscontrabile anche in una sezione del=<br /> vostro portale dedicata alle voci contrarie all'utilizzo del metilfenidato=<br /> , dove in sostanza sembra quasi imputarsi al &quot;complotto nazi-psichiatrico&quot; =<br /> molto caro a Scientology la &quot;genesi&quot; stessa del disturbo [1]. Viceversa, ne=<br /> lla sezione che vorrebbe esporre in modo scientifico le ragioni di chi =E8 =<br /> favorevole al trattamento farmacologico, il senso che mi pare di cogliere =<br /> =E8 un aleggiare di sospetto riassunto dalla frase: =ABassociazione [di fam=<br /> igliari bambini ADHD] che gode del supporto finanziario di due distinte cas=<br /> e farmaceutiche=BB [2], quasi che essi appoggiassero il ricorso in extremis=<br /> al farmaco per un qualche motivo di interesse economico (e anche questo, s=<br /> e mi permette la battuta, ricorda molto Scientology... anche io, secondo gl=<br /> i aderenti al movimento, godrei infatti di finanziamenti occulti di non si =<br /> sa bene quale &quot;Spectre&quot; antireligiosa/psichiatrica/farmacologica/comunista =<br /> e sarebbero tali finanziamenti a motivare il mio impegno informativo).<br /> <br /> Ancora in merito a un approccio che a mio avviso sembra colpire l'USO piutt=<br /> osto che l'abuso, il Suo comunicato stampa del 14.10.2006, riferito a una &quot;=<br /> classifica&quot; inglese delle &quot;venti sostanze psicoattive pi=F9 dannose&quot; e ripr=<br /> eso verbatim da varie testate e blog/forum Internet - cita il metilfenidato=<br /> assieme a LSD ed Ecstasy. Ci=F2 che quel comunicato per=F2 non dice =E8 ch=<br /> e quella stessa &quot;classifica&quot; colloca al 5=B0 posto delle sostanze psicoatti=<br /> ve pi=F9 pericolose l'alcol, al 9=B0 posto il tabacco, all'11=B0 la cannabi=<br /> s, e solo al 15=B0 il metilfenidato. Che, come sappiamo, oltre che venire u=<br /> sato sotto stretto controllo medico per il trattamento di una piccola perce=<br /> ntuale di pazienti con diagnosi ADHD - diagnosi mai effettuata da un solo m=<br /> edico ma da un pool di specialisti - viene invece usato (=3Dabuso) come sti=<br /> molante e anoresizzante da adulti non affetti da tale disturbo . Anche gli =<br /> oppiacei sono sostanze pericolose di cui pu=F2 esistere, ed esiste, abuso, =<br /> ma credo che nessuno negherebbe la loro utilit=E0 nella terapia del dolore =<br /> in caso di necessit=E0 e sotto stretto controllo medico.<br /> <br /> Ancora pi=F9 recente il Suo comunicato stampa del 23/02/2007 sul &quot;warning&quot; =<br /> lanciato dall'FDA americana. Se =E8 vero che la Food and Drug Administratio=<br /> n in data 21/02/2007 ha raccomandato ai produttori un'immediata modifica de=<br /> lle schede tecniche dei farmaci e sottolinea pericoli di reazioni cardiovas=<br /> colari e psichiatriche avverse, =E8 altrettanto vero, ma non viene riportat=<br /> o dal Suo comunicato, che l'ente americano fa specifico riferimento a pazie=<br /> nti con =ABseri problemi o difetti cardiaci di base, e colpi apoplettici o =<br /> attacchi cardiaci in adulti con determinati fattori di rischio=BB, mentre p=<br /> er quanto riguarda le problematiche psichiatriche riferisce che =E8 stato r=<br /> iscontrato =ABun lieve rischio (circa 1 su 1000) di eventi psichiatrici avv=<br /> ersi, come sentire voci, diventare sospettosi senza motivo, diventare mania=<br /> ci anche in pazienti che in precedenza non avevano [manifestato] problemi p=<br /> sichiatrici=BB. Anche in questo caso mi sembra che il Suo comunicato tenda =<br /> a colpire l'immaginario e a criminalizzarne l'USO, piuttosto che l'abuso.<br /> <br /> Non mi =E8 stato invece possibile trovare tra i suoi numerosi press release=<br /> la comunicazione dell'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanit=E0), newsle=<br /> tter N. 4/2006, secondo cui, pur evidenziando effetti collaterali avversi i=<br /> n soggetti a rischio, si sottolinea che i farmaci usati per l'ADHD (metifle=<br /> nidato: Ritalin e Strattera) =ABsono generalmente sicuri e apportano benefi=<br /> ci quando usati come da raccomandazioni=BB.<br /> <br /> Un altro dato a mio avviso fondamentale che ho trovato poco sottolineato ne=<br /> i press release della Vostra campagna contro il Ritalin =E8 che in Italia i=<br /> l farmaco =E8 stato ritirato dal commercio dalla stessa Novartis nel 1989, =<br /> ben diciotto anni fa, e che solo in questi giorni dovrebbe tornare disponib=<br /> ile ai pazienti italiani. Mi sorge spontanea la domanda: in che modo era ma=<br /> i possibile un ABUSO di Ritalin (metilfenidato), se non era disponibile nel=<br /> le farmacie del nostro Paese? E che questo dato decisamente importante sia =<br /> stato poco pubblicizzato dalla &quot;campagna di farmacovigilanza di maggior vis=<br /> ibilit=E0 nazionale&quot; mi pare evidente da iniziative che a mio avviso rasent=<br /> ano il ridicolo, come ad esempio quella dell'Onorevole Tiziana Biolghini, C=<br /> onsigliere delegato alle politiche dell'Handicap della Provincia di Roma, c=<br /> he nel 2005 chiedeva a gran voce il =ABritiro immediato del Ritalin dal com=<br /> mercio=BB, oltre a dirsi sicura che esso venisse usato per =ABsedare i bamb=<br /> ini vivaci=BB, cio=E8 =AB&quot;argento vivo&quot;, &quot;vivacit=E0&quot;, irrequietezza=BB e n=<br /> on invece come risorsa estrema per bambini affetti da un disturbo di una ce=<br /> rta gravit=E0.<br /> <br /> E in definitiva penso sia questo il messaggio di fondo percepito dalla &quot;mas=<br /> sa&quot; ed =E8 questa la cosiddetta &quot;anima scientologica&quot; che io attribuisco al=<br /> la Vostra campagna, che ha e mantiene comunque un'anima che con Scientology=<br /> non c'entra nulla. Ma alla luce degli appunti che ho sentito il dovere di =<br /> fare mi chiedo quanti abbiano aderito alla Vostra campagna su una semplice =<br /> pulsione emotiva sollecitata da efficaci slogan che evocano un immaginario =<br /> ben preciso che per=F2 mi sembra abbastanza lontano dalla realt=E0, in part=<br /> icolare quella del nostro Paese. In breve, se mi =E8 concessa la battuta, i=<br /> n me permane la spiacevole sensazione che si tratti di &quot;molto rumore per nu=<br /> lla&quot;, lo stesso ravvisabile nelle campagne molto scandalistiche ma di scars=<br /> a sostanza della Chiesa di Scientology e delle sue associate. Con questo no=<br /> n voglio dire che un'azione di farmacovigilanza non sia necessaria e lodevo=<br /> le, ma mi sembra che, allo stato, la Vostra campagna abbia pi=F9 che altro =<br /> generato allarmismo ingiustificato e una grossa confusione in opinione pubb=<br /> lica, media e istituzioni, come del resto fanno da sempre le campagne targa=<br /> te Scientology. E su questo prego sia Lei che i vostri comitati etico e sci=<br /> entifico di riflettere.<br /> <br /> Per quanto riguarda la questione Istituto Superiore di Sanit=E0, lungi da m=<br /> e l'idea di tacciraVi di aver deliberatamente danneggiato la salute di giov=<br /> anissimi pazienti. Mi limito semplicemente a rilevare che il protocollo, do=<br /> po essere rimasto bloccato per oltre un anno e mezzo su Vostra iniziativa, =<br /> =E8 stato alla fine varato e il Ritalin dovrebbe essere reintrodotto in com=<br /> mercio anche in Italia, come =E8 in commercio nel resto d'Europa - con moda=<br /> lit=E0, le nostre, peraltro severissime che mi pare mettano al riparo da og=<br /> ni possibile abuso. Ma che ne regolamentano e ne giustificano indiscutibilm=<br /> ente l'USO.<br /> <br /> Martini  

Invia una risposta:

Nome:

Email:

Titolo:

Testo:


Attenzione: l'invio del messaggio richiede diversi secondi.
Non premere pi� volte il tasto "Invia".

 © Sergio Simonetti 2001 Che cos'è Links