Utenti collegati: 27 
 
free.it.cultura.orientale
(East Asia-Oriente:cultura,societa',religione)En too

Indice messaggi | Invia un reply | Tutti i newsgroup | Cerca | Statistiche 



  Inviato da: अश्वमित्रः  Mostra tutti i messaggi di अश्वमित्रः
Titolo: All'ergastolo in India: "Hanno ucciso l'amico"
Newsgroup: free.it.cultura.orientale, it.cultura.orientale
Data: 26/07/2011
Ora: 00:18:23
Mostra headers
 
  &quot;... e da testimonianze accusatorie rinnegate durante il processo da<br /> medici e poliziotti, tanto da lasciar sperare i due detenuti in<br /> un=92assoluzione.<br /> <br /> <br /> http://www3.lastampa.it/cronache/sezioni/articolo/lstp/412818/<br /> <br /> All'ergastolo in India: &quot;Hanno ucciso l'amico&quot;<br /> <br /> La polizia: la coppia voleva sbarazzarsi dell'ex della giovane<br /> ANGELO FRESIA<br /> <br /> ALBENGA (Savona)<br /> Carcere a vita per i due turisti italiani Elisabetta Boncompagni e<br /> Tomaso Bruno, rinchiusi da diciassette mesi nel carcere di Varanasi in<br /> India con l=92accusa di avere ucciso l=92amico Francesco Montis in una<br /> stanza dell=92albergo dove soggiornavano. Ieri pomeriggio, quando in<br /> Italia erano le 15 e nel paese asiatico le 18,30, il giudice ha<br /> condannato all=92ergastolo la trentasettenne di Torino e il ventottenne<br /> di Albenga, in provincia di Savona, dietro le sbarre da domenica 7<br /> febbraio 2010. Il tribunale indiano ha accolto la tesi dell=92accusa,<br /> secondo cui la camera dell=92hotel Buddha sarebbe stata teatro di<br /> un=92esecuzione a sfondo sentimentale, compiuta dalla fidanzata del<br /> trentunenne di Terralba (Oristano) e dal suo presunto amante.<br /> <br /> Una ricostruzione smentita categoricamente dai due imputati, che hanno<br /> sempre negato qualsiasi relazione aldil=E0 di una semplice amicizia e<br /> hanno raccontato che il compagno di stanza era stato male per un<br /> attacco di asma. Erano stati proprio i due condannati, tre giorni<br /> prima dell=92arresto, ad avvertire telefonicamente la reception,<br /> chiedendo di chiamare un=92ambulanza per soccorrere Montis. La corsa in<br /> ospedale si era purtroppo rivelata inutile e la polizia avevano deciso<br /> di sottoporre la vittima a un=92autopsia per chiarire le cause del<br /> decesso. Il primo esame necroscopico aveva evidenziato sei ferite sul<br /> corpo dello sfortunato viaggiatore, accreditando come probabile<br /> l=92ipotesi dello strangolamento. Per i due amici si erano cos=EC<br /> spalancate le porte del carcere. Nel frattempo, nuovi accertamenti<br /> autoptici hanno smentito le prime supposizioni, indicando in un<br /> soffocamento, causato dagli spasmi bronchiali, la ragione del<br /> trapasso.<br /> <br /> Questo scenario =E8 stato avvalorato dalle dichiarazioni della madre di<br /> Montis, che ha spiegato come il figlio fosse un accanito fumatore e<br /> soffrisse da anni di problemi fisici. Nonostante le condizioni di<br /> salute, il sardo aveva deciso ugualmente di partire per un viaggio sul<br /> Gange con Boncompagni e Bruno, conosciuti a Londra, dove lavoravano<br /> come camerieri. Dopo circa tre settimane, la sua vacanza si =E8 conclusa<br /> tragicamente, mentre per gli altri due villeggianti si =E8 trasformata<br /> in un=92odissea giudiziaria, caratterizzata da rinvii delle udienze per<br /> innumerevoli motivi (festivit=E0 religiose, scioperi, lutti, visite<br /> istituzionali), da mobilitazioni politiche bipartisan in Italia e da<br /> testimonianze accusatorie rinnegate durante il processo da medici e<br /> poliziotti, tanto da lasciar sperare i due detenuti in<br /> un=92assoluzione.<br /> <br /> A complicare la loro posizione ci avevano per=F2 pensato da subito le<br /> autorit=E0 indiane, cremando le spoglie di Montis e impedendo ulteriori<br /> approfondimenti. =ABNon vi preoccupate, questo =E8 solo il primo round: ne<br /> seguiranno altri e riusciremo a dimostrare la nostra innocenza=BB, ha<br /> detto Tomaso Bruno ai genitori, arrivati in India per seguire le fasi<br /> conclusive del procedimento, pochi secondi dopo la lettura del<br /> verdetto. Gli avvocati difensori hanno annunciato ricorso in appello<br /> all=92Alta Corte di Allahabad.  

Invia una risposta:

Nome:

Email:

Titolo:

Testo:


Attenzione: l'invio del messaggio richiede diversi secondi.
Non premere pi� volte il tasto "Invia".

 © Sergio Simonetti 2001 Che cos'è Links