Utenti collegati: 29 
 
free.it.filosofie.orientali
Parliamo di...

Indice messaggi | Invia un reply | Tutti i newsgroup | Cerca | Statistiche 



  Inviato da: अश्वमित्रः  Mostra tutti i messaggi di अश्वमित्रः
Titolo: Posizione degli animali nelle filosofie indiane
Newsgroup: free.it.filosofie.orientali
Data: 08/12/2011
Ora: 01:55:00
Mostra headers
 
  http://naturanellafilosofiaindiana.blogspot.com/2008/10/121-gli-animali.htm=<br /> l<br /> <br /> Gli animali<br /> <br /> Pra=C5=9Bastap=C4=81da,l'autore del Bh=C4=81=E1=B9=A3ya al Vai=C5=9Be=E1=B9=<br /> =A3ikas=C5=ABtra distingue fra<br /> =E2=80=A2esseri nati da un grembo<br /> =E2=80=A2esseri che non lo sono<br /> Isecondi sono insetti e altri animali minuti, secondo Pra=C5=9Bastap=C4=81d=<br /> a anche piante,e divinit=C3=A0.<br /> I primi si dividono ulteriormente:<br /> =E2=80=A2nati da un uovo<br /> =E2=80=A2nati vivi<br /> <br /> Un autore legato al momento di fusione fra Ny=C4=81ya e Vai=C5=9Be=E1=B9=A3=<br /> ika, Udayana, classifica invece le piante in un terzo gruppo.<br /> I corpi degli animali, sostengono Ny=C4=81yas=C5=ABtra e Vai=C5=9Be=E1=B9=<br /> =A3ikas=C5=ABtra,sono composti solo di atomi di terra. Creature divine hann=<br /> o invece corpi d'acqua, di aria o di fuoco a seconda dei mondi in cui abita=<br /> no. Del corpo non fanno parte i sensi che, come abbiamo visto nel dettaglio=<br /> nel caso del S=C4=81=E1=B9=85khya, sono in India intesi come funzioni e no=<br /> n confusi con le rispettive localizzazioni fisiche. Tali sensi saranno comp=<br /> osti di atomi corrispondenti al loro oggetto,per cui l'olfatto,che coglie u=<br /> na qualit=C3=A0 propria della terra,=C3=A8 composto di atomi di terra, il g=<br /> usto di atomi di acqua, il tatto di atomi d'aria, la vista di fuoco<br /> e l'udito di etere.<br /> <br /> Traggo infine una classificazione apparentemente =E2=80=9Cscientifica=E2=80=<br /> =9D degli animali da un testo medievale,il Tantrarahasya del m=C4=ABm=C4=81=<br /> =E1=B9=83saka R=C4=81m=C4=81nuj=C4=81c=C4=81rya:<br /> Fra gli [oggetti conoscibili], solo la terra d=C3=A0 origine a corpi. Non g=<br /> li altri elementi grossi,poich=C3=A9 [corpi fatti di altri elementi] non ve=<br /> ngono mai percepiti e perch=C3=A9 cos=C3=AC si vede nella successione [senz=<br /> a inizio] di uomini e donne [i quali hanno corpi di terra] di oggi. Il cont=<br /> rario =C3=A8 semplicemente non esistente. Equesti [corpi fatti di terra] so=<br /> no di tre tipi: nati da un utero,nati da un uovo,nati dall'umido. (tatra p=<br /> =E1=B9=9Bthivy eva =C5=9Bar=C4=ABr=C4=81rambhik=C4=81. netar=C4=81=E1=B9=87=<br /> i bh=C5=ABt=C4=81ni. tadanupalambh=C4=81t. id=C4=81n=C4=ABntanastr=C4=ABpum=<br /> parampar=C4=81y=C4=81=C5=9B ca tath=C4=81 dar=C5=9Ban=C4=81t. vipar=C4=ABta=<br /> m asad eva. tac ca jar=C4=81yuj=C4=81=E1=B9=87=E1=B8=8Dajasvedajabhedena<br /> triprak=C4=81ram eva).<br /> <br /> Notiamo influenze naiy=C4=81yika (la classificazione del reale sotto l'etic=<br /> hetta di ci=C3=B2 che pu=C3=B2 essere conosciuto) e vai=C5=9Be=E1=B9=A3ika =<br /> (la classificazione degli elementi,la genesi dei corpi), adattate per=C3=B2=<br /> ai caratteri m=C4=ABm=C4=81=E1=B9=83saka. In generale, infatti, i m=C4=ABm=<br /> =C4=81=E1=B9=83saka tendono a un acceso empirismo e a usare la percezione s=<br /> ensibile e il mondo come dato alla nostra esperienza quali parametri per gi=<br /> udicare della validit=C3=A0 di una teoria o interpretazione.<br /> Peraltro, la descrizione =C3=A8 solo apparentemente scientifica perch=C3=A9=<br /> in realt=C3=A0 il criterio di fondo che la orienta =C3=A8 l'avere un corpo=<br /> .. Il =E2=80=9Ccorpo=E2=80=9D (=C5=9Bar=C4=ABra) non =C3=A8 semplicemente un=<br /> aggregato di atomi, bens=C3=AC un aggregato che, al contrario di una zolla=<br /> di terra o un ammasso di fango, ha uno scopo. Etale scopo =C3=A8 l'esperie=<br /> nza. Infatti, sensi, intelletto e possibilit=C3=A0 motorie sono orientate a=<br /> l fine che noi possiamo esperire il mondo. Alla luce di tale criterio, non =<br /> c'=C3=A8 differenza fra uomini, esseri divini e animali. Aggiungo lateralme=<br /> nte che si tratta di un criterio interessante e che si avvicina ad alcune e=<br /> laborazioni di filosofi morali contemporanei. Rispetto alla distinzione cla=<br /> ssica per cui gli animali non possono avere gli stessi diritti dell'uomo po=<br /> ich=C3=A9 non sono razionali,ci si chiede infatti se la razionalit=C3=A0 de=<br /> bba essere il criterio di fondo e non piuttosto la sensibilit=C3=A0 intesa =<br /> come capacit=C3=A0 di percepire (to feel) e soffrire.<br /> <br /> Questo spunto mi permette di passare a un altro aspetto dello status degli =<br /> animali. Come gi=C3=A0 accennato, secondo l'opinone unanime di scuole =E2=<br /> =80=9Cinduiste=E2=80=9D, buddhiste e giainiste,gli animali fanno parte del =<br /> ciclo delle rinascite e la loro sorte =C3=A8 quindi paragonabile alla nostr=<br /> a. Si pone per=C3=B2 un problema, se sia cio=C3=A8 possibile per gli animal=<br /> i l'emancipazione spirituale. Testi non filosofici =E2=80=9Cinduisti=E2=80=<br /> =9D come il Mah=C4=81bh=C4=81rata o la Manusm=E1=B9=9Bti sembrano presuppor=<br /> re che ci=C3=B2 sia possibile,mentre l'opinione assolutamente prevalente ne=<br /> i testi filosofici =C3=A8 che solo a partire da una reincarnazione umana si=<br /> a possibile la liberazione. Infatti,la vita umana =C3=A8 l'unica nella qual=<br /> e si realizzano le condizioni per la liberazione (mok=E1=B9=A3a), grazie al=<br /> buon equilibrio fra sofferenza (troppo intensa nelle rinascite animali per=<br /> ch=C3=A9 ci si possa dedicare all'emancipazione spirituale) e piacere (trop=<br /> po presente nelle rinascite divine perch=C3=A9 si pensi alla necessit=C3=A0=<br /> dell'emancipazione). Le scuole filosofiche che riconoscono parti del Mah=<br /> =C4=81bh=C4=81rata o di testi simili come testi rivelati spiegano l'incongr=<br /> uenza dicendo che, seppure in linea di massima sia impossibile per un anima=<br /> le raggiungere la liberazione, tuttavia Dio, nella sua onnipotenza e libert=<br /> =C3=A0, pu=C3=B2 rendere chiunque oggetto della propria Grazia salvifica.<br /> <br /> Una corrente tarda del Buddhismo Mah=C4=81y=C4=81na,per=C3=B2,detta =E2=80=<br /> =9Ctath=C4=81gatagarbha=E2=80=9D, sostiene che la natura di Buddha sia pres=<br /> ente in nuce in ognuno, anche perci=C3=B2 negli animali e =E2=80=93pare=E2=<br /> =80=93 anche nelle piante (e in rocce e altre sostanze inanimate, secondo a=<br /> lcuni maestri cinesi e giapponesi)(cf. (3)).  

Invia una risposta:

Nome:

Email:

Titolo:

Testo:


Attenzione: l'invio del messaggio richiede diversi secondi.
Non premere pi� volte il tasto "Invia".

 © Sergio Simonetti 2001 Che cos'è Links