Utenti collegati: 47 
 
it.cultura.newage
Le culture della Nuova Era

Indice messaggi | Invia un reply | Tutti i newsgroup | Cerca | Statistiche 



  Inviato da: Reno  Mostra tutti i messaggi di Reno
Titolo: Mediovo prossimo venturo? Ci siamo gia'...
Newsgroup: it.cultura.newage
Data: 23/07/2016
Ora: 16:16:42
Mostra headers
 
  Ci sono in giro tutti i prodromi per convincerci che siamo precipitati in u=<br /> n nuovo Medio Evo, che a sua volta, pensando ottimisticamente, sara' prelu=<br /> dio ad un nuovo Rinascimento, ma intanto ci dobbiamo sorbire gli effetti ne=<br /> gativi di questo &quot;attimo&quot; di Civilta' buia, in cui assistiamo(e partecipia=<br /> mo) ad una grandissima evoluzione tecnica scientifica e tecnologica, ma nel=<br /> lo stesso momento siamo partecipi di una grande caduta nell'applicazione de=<br /> i valori fondanti in Etica Sociale e Religiosa in ogni parte del Mondo, e p=<br /> urtroppo, specialmente nell?occidente che doveva servire da esempio a socie=<br /> ta' in cui i diritti umani religiosi e civili erano da sempre calpestati! =<br /> =20<br /> <br /> Propongo a lettori interessati un brano di un ottimo articolo di Alberto Ca=<br /> vallo, un po' datato come divulgazione, ma ancor piu' profetico dopo il p=<br /> eggioramento della situazione mondiale dalla sua uscita nel 1996:<br /> <br /> http://www.eurinome.it/medioevo.html<br /> <br /> sito home: http://www.eurinome.it/index.html<br /> <br /> Prefazione dell'autore per la pubblicazione sul web<br /> <br /> Questo testo risale, come si ricava da accenni precisi in esso contenuti, a=<br /> l 1996 ed al 1997. Lo riporto letteralmente come lo scrissi allora, salvo l=<br /> 'adattamento dei titoli dei singoli paragrafi. Rileggendolo, ho gustato l'a=<br /> ccenno al presidente Clinton (in veste di candidato) da me definito &quot;di sca=<br /> rso livello morale ed intellettuale&quot;, come il suo avversario.<br /> <br /> <br /> I nuovi feudatari<br /> <br /> 29 dicembre 1997<br /> <br /> cut..<br /> <br /> Ci=C3=B2 che distingue un'epoca &quot;medievale&quot; da un'epoca di alta civilt=C3=<br /> =A0, antica o moderna, =C3=A8 a mio parere la differente struttura e dinami=<br /> ca sociale.<br /> <br /> Le societ=C3=A0 evolute sono caratterizzate da una struttura molto compless=<br /> a ma nello stesso tempo omogenea. Vasti strati della popolazione partecipan=<br /> o pienamente alla vita sociale ed economica; le innumerevoli categorie soci=<br /> ali sono intercomunicanti tra loro, consentendo agli individui o ai gruppi =<br /> di modificare la propria condizione grazie alla propria capacit=C3=A0 ed at=<br /> tivit=C3=A0. Il potere non =C3=A8 eccessivamente concentrato, ma esistono m=<br /> eccanismi per la limitazione delle prerogative dei capi e per la loro sosti=<br /> tuzione incruenta.<br /> <br /> La cultura, parallelamente, produce arte e scienza in forme raffinate ed in=<br /> continuo aggiornamento. Anche il mondo religioso vede la coesistenza di pi=<br /> =C3=B9 forme ed organizzazioni, in forma sostanzialmente pacifica.<br /> <br /> Certo, l'antichit=C3=A0 era caratterizzata dal vasto ricorso alla schiavit=<br /> =C3=B9; ma il concetto di cittadino era ben chiaro e definito, sia nell'ant=<br /> ica Grecia sia a Roma, e riguardava l'intera popolazione libera, inclusi i =<br /> nullatenenti. Il cittadino aveva diritti ben precisi, per il fatto giuridic=<br /> o di godere della cittadinanza, ed era sottratto agli eccessivi arbitri dei=<br /> potenti. E' questo il concetto fondamentale: che una persona pu=C3=B2 aver=<br /> e diritti non conculcabili neppure dal capo dello Stato, e che quest'ultimo=<br /> =C3=A8 soggetto alla legge come tutti i cittadini. Un console romano o un =<br /> arconte ateniese poteva essere sottoposto a giudizio per ci=C3=B2 che aveva=<br /> fatto durante la sua carica.<br /> <br /> Naturalmente anche allora esistevano forme di abuso e corruzione, ma ribadi=<br /> sco l'essenzialit=C3=A0 dell'esistenza dei concetti di cittadinanza e di go=<br /> verno della legge (stato di diritto).<br /> <br /> Nel medioevo, invece, vi =C3=A8 una ristrettissima minoranza che detiene un=<br /> potere smisurato, mentre tutti gli altri sono sudditi o servi. Anche color=<br /> o che non sono in condizioni di schiavit=C3=B9, sono comunque soggetti tota=<br /> lmente alla volont=C3=A0 dei potenti. Lo Stato =C3=A8 a tutti gli effetti p=<br /> ropriet=C3=A0 privata della classe dominante.<br /> <br /> La classe dominante si compone solitamente di due parti: i feudatari laici =<br /> e la classe sacerdotale. La religione =C3=A8 utilizzata come strumento di p=<br /> otere, per tenere sottomesse le classi inferiori; viene anche utilizzata co=<br /> me pretesto nelle dispute all'interno della classe dominante. Il mondo cult=<br /> urale =C3=A8 ristretto ai divertimenti di corte ed a forme autonome popolar=<br /> i, tollerate finch=C3=A9 non si ritiene che costituiscano una minaccia per =<br /> l'ordine costituito.=20<br /> <br /> In entrambi i casi esiste certamente una categoria che detiene la maggior p=<br /> arte del potere. Nelle civilt=C3=A0 evolute questa classe =C3=A8 caratteriz=<br /> zata da un alto livello culturale: tra i suoi valori pone l'istruzione e l'=<br /> abilit=C3=A0 in determinati campi dell'attivit=C3=A0 intellettuale (ad esem=<br /> pio, nel mondo classico la retorica). Nelle civilt=C3=A0 medievali la class=<br /> e dominante =C3=A8 scarsamente istruita e pone al primo posto le qualit=C3=<br /> =A0 fisiche e la bassa furbizia.<br /> <br /> Naturalmente le due categorie che ho descritto sono sostanzialmente poli es=<br /> tremi di riferimento: ogni civilt=C3=A0 reale partecipa di caratteri di ent=<br /> rambe; inoltre ho sorvolato su un'infinit=C3=A0 di aspetti per concentrare =<br /> l'attenzione su tre solamente:<br /> <br /> cittadinanza e governo della legge;<br /> entit=C3=A0 numerica della classe dominante e struttura della societ=C3=A0;<br /> livello culturale della classe dominante.<br /> Ma qual =C3=A8 lo stato, e qual =C3=A8 l'evoluzione in corso della nostra c=<br /> ivilt=C3=A0?<br /> Nel corso del XX secolo =C3=A8 cominciata l'involuzione della societ=C3=A0 =<br /> occidentale, esattamente nel periodo in cui essa rafforzava la sua predomin=<br /> anza sull'intero pianeta.<br /> <br /> Nel corso degli ultimi 50 anni l'involuzione si =C3=A8 accelerata, giungend=<br /> o ad uno stato molto preoccupante. Sostanzialmente, lo sviluppo dei mezzi d=<br /> i comunicazione di massa e la concentrazione della ricchezza finanziaria ha=<br /> nno eroso la struttura sociale preesistente, ponendo le basi di una situazi=<br /> one di tipo medievale.<br /> <br /> Si =C3=A8 creata, infatti, una nuova classe feudale: i signori della finanz=<br /> a mondiale.<br /> <br /> E' noto pubblicamente che i due terzi della ricchezza mondiale sono nelle m=<br /> ani di poche centinaia di persone. Ci sono banche il cui giro d'affari supe=<br /> ra di molte volte il bilancio di uno Stato di media grandezza.<br /> <br /> Questi non sono i capitalisti in senso tradizionale, sono i massimi esponen=<br /> ti della classe degli operatori finanziari. Come nel medioevo c'erano re, p=<br /> rincipi e semplici cavalieri, ora ci sono i grandi capi delle multinazional=<br /> i bancarie e finanziarie, ed i semplici operatori finanziari delle borse mo=<br /> ndiali.<br /> <br /> Il capitalista moderno =C3=A8 un imprenditore legato ad attivit=C3=A0 produ=<br /> ttive o di servizio. I signori della finanza postmoderna (neomedievale) non=<br /> hanno nulla a che fare n=C3=A9 con la produzione n=C3=A9 con i servizi. Le=<br /> aziende produttive sono acquistate, vendute, smembrate, fuse insieme in ba=<br /> se a criteri che hanno poco o nulla a che fare con la loro attivit=C3=A0. N=<br /> on si persegue l'efficienza aziendale, ma la redditivit=C3=A0 finanziaria.<br /> <br /> Un momento, ma la redditivit=C3=A0 finanziaria, dicono i sacri testi, deriv=<br /> a dall'efficienza! Ed invece non =C3=A8 cos=C3=AC: la redditivit=C3=A0 si p=<br /> u=C3=B2 creare ottimamente con l'inefficienza. Un'azienda che ha troppi uti=<br /> li rischia, ad esempio, di pagare troppe tasse; meglio che la sua redditivi=<br /> t=C3=A0 si trasferisca altrove, dove pu=C3=B2 essere facilmente nascosta.<br /> <br /> Le grandi aziende, ad esempio, sono rese inefficienti privandole della forz=<br /> a lavoro (downsizing) e trasferendo l'attivit=C3=A0 a reti di aziende minor=<br /> i, sempre controllate direttamente o indirettamente dai medesimi personaggi=<br /> .. Queste ultime possono meglio sfruttare la manodopera ed occultare utili, =<br /> mentre la grande azienda ricupera denaro dallo Stato mostrandosi periodicam=<br /> ente in crisi e facendosi finanziare in vari modi (grandi forniture allo St=<br /> ato medesimo, incentivi vari, finanziamenti per nuovi impianti, sgravi fisc=<br /> ali, cassa integrazione, ...).<br /> <br /> I traffici leciti ed illeciti sono posti sullo stesso piano; si agisce sul =<br /> mondo politico per ottenere provvedimenti legislativi tali da offrire le ma=<br /> ggiori opportunit=C3=A0 di guadagno, attraverso il loro rispetto o anche la=<br /> loro violazione, quando occorre.<br /> <br /> Le istituzioni dello Stato sono svuotate: i mezzi di comunicazione di massa=<br /> imboniscono gli elettori, mentre le elargizioni dichiarate od occulte assi=<br /> curano la fedelt=C3=A0 dei politici.<br /> <br /> Il mondo finanziario, intanto, procede per suo conto: il valore di un'azien=<br /> da =C3=A8 totalmente svincolato dalle sue qualit=C3=A0, tanto pi=C3=B9 che =<br /> =C3=A8 ormai difficile capire chi =C3=A8 efficiente e redditizio e chi no. =<br /> I movimenti di capitali sono cos=C3=AC facili e rapidi che qualunque tentat=<br /> ivo di sottoporli a controlli e riscuotere tributi viene immediatamente fru=<br /> strato.<br /> <br /> La maggioranza della popolazione mondiale =C3=A8 privata di fatto del dirit=<br /> to di cittadinanza. Gli abitanti dei Paesi sottosviluppati sono i nuovi sch=<br /> iavi; quelli dei Paesi sviluppati sono la massa dei consumatori, che devono=<br /> tenere in funzione il ciclo della produzione di massa con i loro consumi. =<br /> I prodotti che vengono loro forniti sono sempre pi=C3=B9 scadenti e sempre =<br /> pi=C3=B9 uniformi in tutto il mondo. Questo =C3=A8 possibile perch=C3=A9 la=<br /> libera concorrenza non esiste. Un prodotto valido e di costo ragionevole v=<br /> iene espulso dal mercato negandogli la possibilit=C3=A0 di usufruire dei ca=<br /> nali di distribuzione, o semplicemente con la concorrenza di un prodotto sc=<br /> adente a prezzo basso sostenuto da poderose campagne pubblicitarie.=20<br /> <br /> Da un lato si inseguono i gusti peggiori del pubblico nel campo degli spett=<br /> acoli di massa, dall'altro si riforma la scuola eliminando le materie che r=<br /> ichiedono ragionamento autonomo e sostituendole con un fritto misto di nozi=<br /> oni scollegate, contrabbandate come &quot;moderne&quot; e &quot;di preparazione al mondo d=<br /> el lavoro&quot;. I genitori si preoccupano di preparare i figli al lavoro (quale=<br /> ?) anzich=C3=A9 alla vita, in perfetta buona fede. Si perpetra cos=C3=AC og=<br /> ni giorno l'assassinio della cultura per creare masse di docili ignoranti, =<br /> pronti ad acquistare l'ultimo prodotto di consumo ed a lavorare alle condiz=<br /> ioni volute dai nuovi padroni: totale incertezza e mancanza di controllo su=<br /> l proprio destino; impossibilit=C3=A0 di salire la scala sociale attraverso=<br /> la capacit=C3=A0 e l'impegno, sostituiti da arrivismo e bassa furbizia.<br /> <br /> Non per nulla il progresso tecnico, cos=C3=AC rapido fino agli anni 60, =C3=<br /> =A8 continuato soltanto nel campo dell'informatica e delle telecomunicazion=<br /> i, che sono utili per garantire il completo controllo a chi comanda, elimin=<br /> ando per di pi=C3=B9 schiere di quadri intermedi. Per il resto, tutte le so=<br /> luzioni tecniche che minacciavano posizioni acquisite sono state stroncate =<br /> (aerei supersonici, energia nucleare, esplorazione spaziale umana, ...), ne=<br /> lla maggior parte dei casi con pretesti &quot;ecologici&quot;. Meglio che l'industria=<br /> aeronautica sia solo in un Paese, meglio non fare concorrenza al petrolio =<br /> che =C3=A8 gi=C3=A0 nelle mani giuste, meglio fermare le attivit=C3=A0 spaz=<br /> iali che interessano agli scienziati ma non a certa industria, che preferis=<br /> ce produrre armamenti da utilizzare sulla pelle delle persone (specie se qu=<br /> ella pelle non =C3=A8 troppo bianca). Meglio soprattutto che i giovani si i=<br /> nteressino alla disco-music piuttosto che alla scienza, c'=C3=A8 il rischio=<br /> che vogliano pensare con la propria testa...<br /> <br /> Questi sono i caratteri dell'epoca postmoderna o neomedievale.=20<br /> =20<br /> <br /> Alberto Cavallo, 1996-97  

Invia una risposta:

Nome:

Email:

Titolo:

Testo:


Attenzione: l'invio del messaggio richiede diversi secondi.
Non premere pi� volte il tasto "Invia".

 © Sergio Simonetti 2001 Che cos'è Links