Utenti collegati: 23 
 
it-alt.media.tv.fuoriorario
Fuori Orario: cose (mai) viste

Indice messaggi | Invia un reply | Tutti i newsgroup | Cerca | Statistiche 



  Inviato da: shinjoker91@gmail.com  Mostra tutti i messaggi di shinjoker91@gmail.com
Titolo: [FuoriOrario] - Programmazione 24 Agosto / 6 Settembre 2014
Newsgroup: it-alt.media.tv.fuoriorario
Data: 22/08/2014
Ora: 16:04:39
Mostra headers
 
  Domenica 24 agosto 2014 RAI 3 =<br /> dalle 1.50 alle 6.00<br /> =20<br /> Fuori Orario cose (mai) viste<br /> di Ghezzi Di Pace Francia Fumarola Giorgini Luciani Melani Turigliat=<br /> to=20<br /> =20<br /> presenta<br /> =20<br /> TOD BROWNING/LON CHANEY<br /> NON SCHIACCIATE LA VOCE DEL RAGNO (2)<br /> =20<br /> con i film<br /> =20<br /> =20<br /> LA SERPE DI ZANZIBAR =20<br /> (West of Zanzibar, Usa 1928, b/n, 64', muto con cartelli italiani)<br /> Regia: Tod Browning<br /> Con: Lon Chaney, Lionel Barrymore, Mary Nolan, Warner Baxter, Jacqueline Ga=<br /> dsden.<br /> Phroso viene abbandonato dalla moglie che lo lascia per un altro uomo, Cran=<br /> e. Lottando con Crane, Phroso viene colpito e resta paralizzato. La moglie =<br /> poi muore, lasciando una bambina. Nei seguenti diciotto anni, Phroso, in Af=<br /> rica, vive rispettato come un re da una trib=F9 locale: ora viene chiamato =<br /> Dead Legs (Gambe morte) dai suoi compari. Il suo scopo nella vita =E8 quell=<br /> o di vendicarsi di Crane, un trafficante d'avorio, con cui avr=E0 alla fine=<br /> uno scontro da cui uscir=E0 vincitore.<br /> =20<br /> WHERE EAST IS EAST =<br /> =20<br /> (Usa 1929, b/n, 64', muto con cartelli italiani)<br /> Regia: Tod Browning<br /> Con: Lon Chaney, Lupe Velez, Lloyd Hughes, Estelle Taylor.<br /> Ultima collaborazione tra Browning e Chaney. E' la storia di un cacciatore =<br /> di animali nel sud-est asiatico che cerca di proteggere sua figlia, anche d=<br /> alle gentili insidie di un ammiratore che le chieder=E0 di sposarlo. In un =<br /> intrico sempre pi=F9 insidioso, la madre della ragazza, che di mestiere fa =<br /> la prostituta, seduce il suo promesso sposo. Ma Tiger, il cacciatore di ani=<br /> mali, col suo intervento e quello di un gorilla, riesce a trovare una via d=<br /> i uscita.<br /> =20<br /> =20<br /> =20<br /> =20<br /> =20<br /> =20<br /> Luned=EC 25 agosto 2014 RAI 3 =<br /> dalle 1.40 alle 2.00<br /> Fuori Orario cose (mai) viste<br /> di Ghezzi Di Pace Francia Fumarola Giorgini Luciani Melani Turigliat=<br /> to<br /> =20<br /> presenta<br /> =20<br /> PARA EVA primavisioneTV =<br /> =20<br /> (Brasile 2012, 7', col.)<br /> Regia: Rodrigo Lima<br /> Un piccolo film come dedica a un bambina appena venuta al mondo. Un'epifani=<br /> a filmica girata dal montatore di Julio Bressane.<br /> =20<br /> No divieto, matr.830743, Classe F, supporto IMX F569700, durata: 7'<br /> =20<br /> Martedi 26 agosto 2014 RAI 3 =<br /> dalle 1.35 alle 2.00<br /> Fuori Orario cose (mai) viste<br /> di Ghezzi Di Pace Francia Fumarola Giorgini Luciani Melani Turigliat=<br /> to<br /> =20<br /> presenta<br /> VENTI ANNI PRIMA<br /> =20<br /> =20<br /> Mercoledi 27 agosto 2014 RAI 3 =<br /> dalle 1.25 alle 2.00<br /> Fuori Orario cose (mai) viste<br /> di Ghezzi Di Pace Francia Fumarola Giorgini Luciani Melani Turigliat=<br /> to<br /> =20<br /> presenta<br /> EVELINE<br /> =20<br /> =20<br /> Giovedi 28 agosto 2014 RAI 3 =<br /> dalle 1.55 alle 2.00<br /> Fuori Orario cose (mai) viste<br /> di Ghezzi Di Pace Francia Fumarola Giorgini Luciani Melani Turigliat=<br /> to<br /> =20<br /> presenta<br /> FUORI ORARIO<br /> Venerd=EC 29 agosto 2014 RaiTre =<br /> dalle 1.50 alle 7.00 =20<br /> Fuori Orario cose (mai) viste<br /> di Ghezzi Baglivi Di Pace Esposito Francia Fumarola Giorgini Melani Turigli=<br /> atto<br /> =20<br /> presenta<br /> =20<br /> VENEZIA 71: CINEMA, IL MAELSTROM DI MOEBIUS (1)<br /> =20<br /> con i film<br /> =20<br /> COCCODRILLO primavisioneTV<br /> (Ag-o, Corea del sud, 1996, col, 95', v.o. sott. it. )<br /> Regia: Kim Ki-duk.<br /> Con: Cho Jae-Hyun, Jon Mu-song, Jae-hong Ahn, Woo Yun-kyeong.<br /> Opera prima del coreano Kim. In riva al fiume Han vive una piccola comunit=<br /> =E0 di senzatetto: un anziano, un ragazzino e Coccodrillo, violento e solit=<br /> ario individuo. Quando la giovane Hyun-jung tenta il suicidio gettandosi ne=<br /> l fiume, Coccodrillo la salva per fare di lei una schiava, abusandone sessu=<br /> almente. Tra i due nasce una relazione di dipendenza malsana, complicata da=<br /> l fatto che quello di Hyun-jung era un suicidio d'amore.<br /> =20<br /> VITAL =20<br /> (Giappone 2004, col., 85', v.o. sott. it.)<br /> Regia: Shinya Tsukamoto<br /> Interpreti: Tadanobu Asano; Nami Tsukamoto; Kiki<br /> A seguito di un terribile incidente stradale, Hiroshi ha perso la memoria, =<br /> mentre la sua fidanzata Ry=F4ko ha tragicamente perso la vita. Per cercare =<br /> di tornare a un'esistenza normale, il ragazzo riprende a studiare anatomia =<br /> per scoprire che il corpo sul quale sta lavorando =E8 proprio quello della =<br /> sua compagna scomparsa. Invece di rimanere scosso dall'agghiacciante rivela=<br /> zione, Hiroshi diviene ossessionato dal cadavere, in una spasmodica ricerca=<br /> dell'anima di Ryoko. Nel frattempo tra ricordi che riaffiorano nella sua m=<br /> emoria e una nuova relazione, Hiroshi comprender=E0 come proseguire la prop=<br /> ria esistenza.<br /> =20<br /> BOXING GYM<br /> (Id. Usa, 2010, col., 88', v.o.sott.it.)<br /> Regia: Frederick Wiseman<br /> Con: Richard Lord.<br /> Per quanto una danza possa essere specifica o colta nel dettaglio, =E8 prop=<br /> rio nell'accumulo e nell'incrocio di passi, nello spazio tracciato e gi=E0 =<br /> mappato, nel loro dis-piegarsi al mondo, che il tempo umano viene cadenzato=<br /> e continuamente reinnescato. Con Boxing Jym Frederick Wiseman coglie ricos=<br /> truisce ritma rimonta l'istante in cui una palestra di pugili a Austin (Tex=<br /> as), letteralmente incarna il nucleo dal quale scintilla l'intera scena del=<br /> mondo.<br /> Frederick Wiseman ricever=E0 quest'anno a Venezia il Leone d'Oro alla carri=<br /> era.<br /> =20<br /> =20<br /> =20<br /> Sabato 23 agosto 2014 RaiTre =<br /> dalle 1.05 alle 7.00 =20<br /> Fuori Orario cose (mai) viste<br /> di Ghezzi Baglivi Di Pace Esposito Francia Fumarola Giorgini Melani Turigli=<br /> atto<br /> =20<br /> presenta<br /> =20<br /> VENEZIA 71: CINEMA, IL MAELSTROM DI MOEBIUS (2)<br /> =20<br /> con i film<br /> =20<br /> A SILVIO primavisioneTV<br /> (Italia 2012, b/n, 30')<br /> Regia: Franco Maresco<br /> Un montaggio-omaggio a un'antica ossessione di Maresco, Berlusconi, a cui f=<br /> inalmente =E8 riuscito a dar corpo nel suo ultimo Belluscone, in concorso a=<br /> Venezia - Orizzonti. Qui, insieme a alcune schegge inedite del film, due i=<br /> ndimenticabili e celebri dediche, una di Paviglianiti, l'altra di Tirone.<br /> =20<br /> =20<br /> NOI CREDEVAMO =20<br /> (Italia2010, col., versione integrale di 204')<br /> Regia: Mario Martone<br /> Con: Luigi Lo Cascio, Valerio Binasco, Francesca Inaudi, Andrea Bosca, Edoa=<br /> rdo Natoli.<br /> Tre ragazzi del sud (Domenico, Angelo e Salvatore) reagiscono alla pesante =<br /> repressione borbonica dei moti del 1828 che ha coinvolto le loro famiglie a=<br /> ffiliandosi alla Giovane Italia. Attraverso quattro episodi che li vedono a=<br /> vario titolo coinvolti vengono ripercorse alcune vicende del processo che =<br /> ha portato all'Unit=E0 d'Italia. A partire dall'arrivo nel circolo di Crist=<br /> ina Belgioioso a Parigi e al fallimento del tentativo di uccidere Carlo Alb=<br /> erto nonch=E9 all'insuccesso dei moti savoiardi del 1834. Questi eventi por=<br /> teranno i tre a dividersi. Angelo e Domenico, di origine nobiliare, sceglie=<br /> ranno un percorso diverso da quello di Salvatore, popolano che verr=E0 addi=<br /> rittura accusato da Angelo (ormai votato all'azione violenta ed esemplare) =<br /> di essere un traditore della causa. Sar=E0 con lo sguardo di Domenico che o=<br /> sserveremo gli esiti di quel processo storico che chiamiamo Risorgimento.<br /> Prima visione tv della versione lunga del film - quella mostrata quattro an=<br /> ni fa a Venezia, che fu poi tagliata per la distribuzione in sala e la mess=<br /> a in onda televisiva.<br /> =20<br /> CARMELO BENE - VOCE DEI CANTI =20<br /> (Italia 1998, col., 60' circa)<br /> Regia Carmelo Bene.<br /> Con: Carmelo Bene.<br /> Da uno dei ritorni beniani alla poetica leopardiana. Due 'episodi' della se=<br /> rie andata in onda nel 1998 in occasione del bicentenario della nascita de=<br /> l poeta e filosofo di Recanati.<br /> =20<br /> =20<br /> =20<br /> =20<br /> =20<br /> Domenica 31 agosto 2014 RAI 3 =<br /> dalle 1.50 alle 6.00<br /> Fuori Orario cose (mai) viste<br /> di Ghezzi Baglivi Di Pace Esposito Francia Fumarola Giorgini Melani Tu=<br /> rigliatto=20<br /> =20<br /> presenta<br /> =20<br /> VENEZIA 71: CINEMA, IL MAELSTROM DI MOEBIUS (3)<br /> =20<br /> con i film<br /> =20<br /> =20<br /> MISE EN SCENE WITH ARTHUR PENN (una scheggia) primavisione=<br /> TV<br /> (Usa 2005-2014, col., 60', v.o. sott. italiani)<br /> Regia: Amir Naderi<br /> Con: Arthur Penn.<br /> Una scheggia del ......<br /> =20<br /> CUT =20<br /> (id., Giappone 2011, col., v.o.sott.it., 131')<br /> di Amir Naderi<br /> con Hidetoshi Nishijima, Takako Tokiwa, Takashi Sasano, Denden.<br /> Shuji =E8 un giovane regista intransigente che si sente spaesato nella soci=<br /> et=E0 giapponese. Un giorno il ragazzo scopre che suo fratello, uno strozzi=<br /> no che ha contribuito a finanziare i suoi film, =E8 stato giustiziato dalla=<br /> banda yakuza cui apparteneva per non aver pagato i propri debiti. Descritt=<br /> o come una poesia d'amore per il cinema giapponese del passato e come una p=<br /> rotesta nei confronti del presente, Cut esplora il rapporto ossessivo di un=<br /> uomo con il cinema.<br /> =20<br /> =20<br /> =20<br /> =20<br /> =20<br /> =20<br /> =20<br /> Luned=EC 1 settembre 2014 RAI 3 =<br /> dalle 1.05 alle 3.00<br /> Fuori Orario cose (mai) viste<br /> di Ghezzi Baglivi Di Pace Esposito Francia Fumarola Giorgini Melani Tu=<br /> rigliatto<br /> =20<br /> presenta<br /> =20<br /> VENEZIA 71: CINEMA, IL MAELSTROM DI MOEBIUS (4)<br /> =20<br /> =20<br /> ANA ARABIA primavisioneTV =20<br /> (Israele/Francia 2013, 75', col.)<br /> Regia: Amos Gitai<br /> Con Yuval Scharf, Yussuf Abu Warda, Sarah Adler, Assi Levy, Uri Gavriel.<br /> Una giovane giornalista, Yael, si reca in un quartiere, tra Jaffa e Bat Yam=<br /> , in cui israeliani e palestinesi convivono. Ha sentito parlare di una donn=<br /> a ebrea che, sopravvissuta ad Auschwitz, aveva sposato un arabo ed era anda=<br /> ta a vivere l=EC. Yael, nella sua visita ascolta ci=F2 che Il marito Yousse=<br /> f ha da raccontarle e raccoglie anche le testimonianze di parenti e conosce=<br /> nti.<br /> =20<br /> =20<br /> =20<br /> =20<br /> =20<br /> Martedi 2 settembre 2014 RAI 3 =<br /> dalle 1.40 alle 2.00<br /> Fuori Orario cose (mai) viste<br /> di Ghezzi Baglivi Di Pace Esposito Francia Fumarola Giorgini Melani Tu=<br /> rigliatto<br /> =20<br /> presenta<br /> VENTI ANNI PRIMA<br /> =20<br /> =20<br /> Mercoledi 3 settembre 2014 RAI 3 =<br /> dalle 1.35 alle 2.00<br /> Fuori Orario cose (mai) viste<br /> di Ghezzi Baglivi Di Pace Esposito Francia Fumarola Giorgini Melani Tu=<br /> rigliatto<br /> =20<br /> presenta<br /> EVELINE<br /> =20<br /> =20<br /> Giovedi 4 settembre 2014 RAI 3 =<br /> dalle 1.55 alle 2.00<br /> Fuori Orario cose (mai) viste<br /> di Ghezzi Baglivi Di Pace Esposito Francia Fumarola Giorgini Melani Tu=<br /> rigliatto<br /> =20<br /> presenta<br /> FUORI ORARIO<br /> Venerd=EC 5 settembre 2014 RaiTre =<br /> dalle 1.15 alle 7.05=20<br /> Fuori Orario cose (mai) viste<br /> di Ghezzi Baglivi Di Pace Esposito Francia Fumarola Giorgini Melani Turigli=<br /> atto<br /> =20<br /> presenta<br /> =20<br /> VENEZIA 71: CINEMA, IL MAELSTROM DI MOEBIUS (5)<br /> =20<br /> con i film<br /> =20<br /> 4:44 L'ULTIMO GIORNO SULLA TERRA primavisioneTV<br /> (Last Day on Earth, Usa 2011, col, 82', v.o. sott. it. )<br /> Regia: Abel Ferrara.<br /> Con: Willem Dafoe, Shanyn Leigh, Natasha Lyonne, Paul Hipp.<br /> Troppo tardi e troppo poco perch=E9 la fine del mondo si potesse fermare. E=<br /> cos=EC, come da peggiori profezie eco-apocalittiche, alle 4:44 di un giorn=<br /> o X tutto avr=E0 fine, per una coppia di amanti come per l'umanit=E0 intera=<br /> ..<br /> =20<br /> LA RABBIA DI PASOLINI =20<br /> (Italia 2008, b/n, 78'')<br /> Regia: Giuseppe Bertolucci<br /> Nel 1963 i Cinegiornali Mondo Libero di Gastone Ferranti e i materiali repe=<br /> riti in Cecoslovacchia, in Unione Sovietica e in Inghilterra costituiscono,=<br /> nelle mani di Pier Paolo Pasolini la base per dare vita a LA RABBIA, un'an=<br /> alisi lirica e polemica dei fenomeni e conflitti socio-politici del mondo m=<br /> oderno, dalla Guerra Fredda al Miracolo economico. Un film di montaggio, un=<br /> 'opera giornalistica, per usare le parole di Carlo Di Carlo, &quot;contro il mon=<br /> do borghese, contro la barbarie, contro l'intolleranza, contro i pregiudizi=<br /> , la banalit=E0, il perbenismo&quot;. Mentre Pasolini =E8 in moviola per complet=<br /> are la pellicola, il produttore decide di trasformarla in un'opera a quattr=<br /> o mani, affidandone una parte a Giovannino Guareschi, secondo lo schema gio=<br /> rnalistico del &quot;visto da destra, visto da sinistra&quot;. Pasolini reagisce con =<br /> irritazione, ma alla fine accetta e rinuncia alla prima parte del suo film =<br /> per lasciare spazio all'episodio di Guareschi. Nel 2008 emerge la volont=E0=<br /> di &quot;risarcire&quot; Pasolini tentando di restituire a La rabbia, i connotati de=<br /> l progetto originale, nelle mani di Giuseppe Bertolucci.<br /> =20<br /> SETTIMO GIORNO: PASOLINI E IL CINEMA<br /> (Programma Rai, 1974)<br /> Pasolini e Francesco Savio parlano dell'importanza dell'eros, tra tolleranz=<br /> a e intolleranza, nel cinema e nei suoi film. In particolare Pasolini e Sav=<br /> io si soffermano sulle differenze di stile tra Il Decamerone (dove Pasolini=<br /> utilizza uno stile &quot;medio&quot;) e Il fiore delle mille e una notte (dove Pasol=<br /> ini ritorna all'uso di uno stile &quot;poetico&quot;).<br /> =20<br /> BERLIN-JERUSALEM<br /> (Francia-Israele 1989, col., 88', v.o.sott.it.)<br /> Regia: Amos Gitai<br /> Con: Liza Kreuzer, Rivka Neuman, Markus Stockhausen, Benjamin Levy, Vernon =<br /> Dobtcheff, Veronica Lazare, Bernard Eisenschitz, Bernardo Bertolucci, Pina =<br /> Bausch.<br /> Nel 1919 a Berlino, la poetessa espressionista Else Lasker Schuler, ebrea t=<br /> edesca, conduce una vita da boh=E8mienne: senza una regolare famiglia, stra=<br /> vagante e sentimentalmente instabile, si aggira in abbigliamenti eccentrici=<br /> fra i ritrovi eleganti e corrotti della borghesia. S'imbatte in Tania, esa=<br /> ltata e attiva sionista esule dalla Russia, dove ha partecipato all'insurre=<br /> zione del 1905. Tania si trova a Berlino in attesa di poter raggiungere la =<br /> Palestina per partecipare alla realizzazione del primo Kibbutz, il colletti=<br /> vo agricolo del suo sogno utopistico. Else ne rimane affascinata, e quando =<br /> le muore il figlio, e assiste alle prime irruzioni naziste nei locali frequ=<br /> entati da intellettuali ebrei, sogna pure lei una sua &quot;terra promessa&quot;. Giu=<br /> nta in Palestina, Tania si adopera febbrilmente per la costituzione del Kib=<br /> butz, tentando inizialmente una pacifica convivenza con gli arabi, ma ben p=<br /> resto alle prese con la violenza e le contraddizioni in cui Gerusalemrne si=<br /> trova da secoli. Frattanto a Berlino nel 1933 la situazione precipita sott=<br /> o l'imperversare del fanatismo nazista. Nel rogo dei libri considerati &quot;ere=<br /> tici&quot; dall'ideologia imperante, ardono anche le opere di Else, che lascia p=<br /> recipitosamente la citt=E0. Raggiunge Gerusalemme, dove nuovamente incontra=<br /> Tania. La citt=E0 =E8 stata bombardata: Else ne percorre le strade, amareg=<br /> giata e delusa nel vedere irrealizzato il suo poetico sogno di una &quot;terra p=<br /> romessa&quot;. Mentre cammina, alle macerie del 1937 si succedono gradualmente a=<br /> ltre macerie, fino alle rovine, le scritte, gli automezzi, i militari, le p=<br /> ersone del 1989.<br /> =20<br /> Sabato 6 settembre 2014 RaiTre =<br /> dalle 0.35 alle 7.00 =20<br /> Fuori Orario cose (mai) viste<br /> di Ghezzi Baglivi Di Pace Esposito Francia Fumarola Giorgini Melani Turigli=<br /> atto<br /> =20<br /> presenta<br /> =20<br /> VENEZIA 71: CINEMA, IL MAELSTROM DI MOEBIUS (6)<br /> =20<br /> con i film<br /> =20<br /> PAURA E DESIDERIO primavisioneTV<br /> (Fear and Desire, Usa 1953, b/n, 68')<br /> Regia: Stanley Kubrick<br /> Con: Frank Silvera, Kenneth Harp, Virginia Leith, Paul Mazursky, Stephen Co=<br /> it.<br /> =20<br /> In una guerra tra stati senza nome e senza caratteristiche particolari (l'i=<br /> nglese parlato dai personaggi, si spiega all'inizio, =E8 solo una convenzio=<br /> ne) i soldati di un fronte atterrano per errore oltre le linee nemiche e do=<br /> vranno adoperarsi per arrivare sani e salvi nel loro territorio. Per farlo =<br /> saranno costretti a prendere una ragazza prigioniera, dividersi, viaggiare =<br /> lungo il fiume e ad un certo punto fermarsi per cercare di uccidere un gene=<br /> rale e un capitano nemici.<br /> Invisibile per decenni per volont=E0 dello stesso autore, che lo riteneva n=<br /> ulla pi=F9 che un esercizio di giovent=F9, il primo lungometraggio di Stanl=<br /> ey Kubrick ha cominciato a circolare clandestinamente dopo la sua morte fin=<br /> o a trovare recentemente una vera e propria riedizione.<br /> =20<br /> =20<br /> FOLLIA E AMORE primavisioneTV =20<br /> (Feng Ai, Cina-Francia 2013, col., 220', v.o. sott. it.)<br /> Regia: Wang Bing<br /> La quotidianit=E0 fatta di miseria e abbruttimento di un gruppo di pazienti=<br /> reclusi in un manicomio dello Yunnan, nella Cina meridionale: c'=E8 chi so=<br /> ffre di gravi disturbi mentali, ma qualcuno vi =E8 confinato per le proprie=<br /> convinzioni politiche o per essersi opposto alla legge. Il titolo italiano=<br /> (quello originale suona piuttosto come &quot;Amore folle&quot;) rispecchia la divisi=<br /> one in due parti del film: la prima =E8 dominata dalla descrizione del degr=<br /> ado in cui vivono gli internati, che brancolano nudi lungo i corridoi e fan=<br /> no i bisogni all'aperto; nella seconda, emerge l'umanit=E0 di persone che s=<br /> i aggrappano alle altre per riuscire a sopravvivere nelle condizioni pi=F9 =<br /> disperate e offrono una nuova lettura del &quot;bisogno di famiglia&quot;. La struttu=<br /> ra a quadrilatero del reparto, che affaccia su un cortile interno, sembra r=<br /> appresentare un vero e proprio girone infernale, nel quale i pazienti compi=<br /> ono sempre gli stessi gesti e mimano fughe impossibili (straordinaria la se=<br /> quenza in cui uno di loro corre instancabilmente lungo il perimetro, seguit=<br /> o dal regista). Ma la fuoriuscita di uno di essi offre a Wang l'occasione p=<br /> er mostrare che povert=E0 e abbruttimento regnano sovrani anche all'esterno=<br /> , tra catapecchie fatiscenti e immensi campi desolati. Il film potrebbe con=<br /> cludersi cos=EC, ma il regista sceglie di tornare tra le mura dell'istituto=<br /> e restare con chi =E8 prigioniero: l'immagine finale dei due uomini abbrac=<br /> ciati =E8 la degna chiusa di un capolavoro che conferma la statura del docu=<br /> mentarista cinese. Realizzato in autonomia e sfidando le autorit=E0 di un r=<br /> egime che fa di tutto per celare l'esistenza di luoghi come quello mostrato=<br /> , non =E8 tanto un film sulla follia quanto la denuncia della maniera in cu=<br /> i persone scomode vengono esiliate e trasformate in rifiuti della societ=E0=<br /> ..  

Invia una risposta:

Nome:

Email:

Titolo:

Testo:


Attenzione: l'invio del messaggio richiede diversi secondi.
Non premere pi� volte il tasto "Invia".

 © Sergio Simonetti 2001 Che cos'è Links