Utenti collegati: 22 
 
it-alt.cultura.ebraica
Cultura, storia e religione del popolo ebraico

Indice messaggi | Invia un reply | Tutti i newsgroup | Cerca | Statistiche 



  Inviato da: LEVIMOLCAatYAHOOGROUPSdotCOM FrancoLeviATtiscaliDOTit  Mostra tutti i messaggi di LEVIMOLCAatYAHOOGROUPSdotCOM  FrancoLeviATtiscaliDOTit
Titolo: Re: vaffa TAV mafia scorie opec CFR ISM ! W Tri boom ARTSENU TRI voluzione NUNISMO YES in MY yard fusione fredda E Cat HAR Rossi Gatto Einstein REFLUOPETROLIO LEVI tazione MagLEV solar spray KITEGEN s
Newsgroup: it-alt.cultura.ebraica
Data: 19/02/2016
Ora: 11:49:41
Mostra headers
 
  La menzogna della congiura ebraica scritta nel 1903 in Russia , non a Parig=<br /> i<br /> PROTOCOLLI DI SION IL FALSO VENUTO DA PIETROBURGO<br /> Recensione di Giovanni Belardelli &quot; Corriere della Sera &quot; 11 Novembre 2001 =<br /> :<br /> IL LIBRO : Cesare G. De Michelis , &quot; La giudeofobia in Russia &quot; ed. Bollati<br /> Boringhieri 217 pagine 15,49 EURO uro . Con &quot; La giudeofobia in Russia &quot; , =<br /> una antologia di testi antiebraici preceduta da un ampio saggio , Cesare G.=<br /> De Michelis ripropone all' attenzione i &quot; Protocolli dei savi di Sion &quot;, i=<br /> l pamphlet antisemita pi=F9 diffuso nel ventesimo secolo. La cui influenza,=<br /> occorre subito aggiungere, non sembra del tutto svanita . Copie di questo =<br /> testo , ha ricordato di recente Fiamma Nirenstein , sono state fatte circol=<br /> are alla conferenza ONU di Durban contro il razzismo . Sull`&quot; Unit=E0 &quot; del=<br /> 23 settembre 2001 , il direttore Furio Colombo ha implicitamente riconosci=<br /> uto come anche a sinistra possano sopravvivere vecchi stereotipi antiebraic=<br /> i: &lt;&lt; Ricevo lettere anti-Israele che sono addirittura grottesche, e ricord=<br /> ano le trame narrate dai<br /> &quot; Protocolli dei savi di Sion &quot;&gt;&gt; . I Protocolli costituiscono , come si sa=<br /> , un clamoroso falso: si presentano come una relazione tenuta al cimitero =<br /> ebraico<br /> di Praga , durante la riunione dei capi delle trib=F9 di Israele , per fare=<br /> il<br /> punto sul loro progetto di conquista del potere mondiale . Il testo , dunqu=<br /> e ,<br /> si fondava su uno stereotipo - quello della cospirazione ebraica - che da t=<br /> empo=20<br /> circolava , e aveva avuto spazio su &quot; Civilt=E0 cattolica &quot; . La ambientazi=<br /> one nel cimitero di Praga era ripresa dal romanzo Biarritz del 1868 , in cu=<br /> i il Tedesco Hermann Goedsche aveva fissata la scena della riunione dei dod=<br /> ici anziani ebrei . Chi materialmente redasse i &quot; Protocolli &quot; utilizz=F2 a=<br /> nche , per quanto paradossale possa apparire , il pamphlet che un repubblic=<br /> ano francese , Maurice Joly , aveva scritto alcuni decenni prima contro Nap=<br /> oleone III . Di questo testo i falsarj riprendevano alla lettera pagine e =<br /> pagine .<br /> <br /> I vari studi dedicati ai &quot; Protocolli &quot; hanno generalmente sostenuto che es=<br /> si<br /> furono confezionati all'interno della sezione parigina dell' Ochrana , la<br /> polizia segreta zarista , nel 1897-98 . Perci=F2 sono stati considerati qua=<br /> si un<br /> capitolo delle vicende dell' antisemitismo francese , esploso a fine Ottoce=<br /> nto<br /> con l'affare Dreyfus . De Michelis propone di correggere tale interpretazio=<br /> ne .<br /> I &quot;Protocolli&quot; , sostiene , furono compilati un po' dopo tra il 1902 e il 1=<br /> 903 , e in Russia , probabilmente a Pietroburgo, da esponenti dell' antisem=<br /> itismo<br /> &lt;&lt; militante &gt;&gt; . Nel dicembre 1901 si era svolto a Basilea il quinto Congr=<br /> esso<br /> sionistico , che aveva molto scosso l' ambiente antisemita russo spingendol=<br /> o ,<br /> argomenta De Michelis , a avvalersi di una nuova arma contro gli ebrei .<br /> <br /> La vecchia accusa della cospirazione ebraica veniva ora riproposta e<br /> rafforzata attraverso un testo che si presentava come proveniente dall'inte=<br /> rno dello stesso mondo ebraico e dunque come una specie d'involontaria conf=<br /> essione. Resta il fatto che sul momento , e ancora per alcuni anni , i &quot; Pr=<br /> otocolli dei savi di Sion &quot; non ebbero alcun successo . A mutar le cose fu =<br /> la rivoluzione d' ottobre : negli anni della guerra civile il libello venne=<br /> utilizzato dai &quot; bianchi &quot;, che lo trasmisero al resto d'Europa . A molti =<br /> suoi avversarj , anche fuori della Russia , il colpo di Stato bolscevico ap=<br /> pariva come l' ennesima incarnazione del progetto giudaico di conquista del=<br /> mondo . Per quanto possa sembrare incredibile , a un testo cos=EC sconclus=<br /> ionato e poco originale diede credito anche un quotidiano autorevole come i=<br /> l londinese &quot; Times &quot; , che con un editoriale del maggio 1920 ne avall=F2 l=<br /> a autenticit=E0 . Lo stesso giornale , l'anno dopo , riconobbe l'errore mos=<br /> trando come gran parte del libro fosse il plagio del pamphlet anti bonapart=<br /> ista di Joly. Nel 1934-35 un tribunale svizzero doveva poi sancire la natur=<br /> a di falso dei &quot;Protocolli&quot;. Ma ci=F2 non imped=EC che in quegli stessi ann=<br /> i essi avessero un'enorme diffusione e uno straordinario successo , quasi c=<br /> he la questione della loro autenticit=E0 potesse essere considerata del tut=<br /> to marginale .<br /> <br /> In effetti proprio questo avvenne . Osserv=F2 Julius Evola , presentandone =<br /> nel 1938 , l'anno delle leggi antiebraiche del fascismo , una nuova edizion=<br /> e italiana ( la prima era uscita nel 1921 ) , che il problema della loro &quot; =<br /> autenticit=E0 &quot; andava sostituito con quello &lt;&lt; ben pi=F9 serio e essenzial=<br /> e &gt;&gt; della loro &quot; veridicit=E0 &quot; . Insomma , anche ammettendo che si tratta=<br /> sse di un testo fabbricato ad hoc , i &quot; fatti &quot; dimostravano che era assolu=<br /> tamente vero quanto conteneva . Hitler, in &quot;Mein Kampf&quot;, aveva scritto che =<br /> i &quot; Protocolli &quot; dichiaravano apertamente quanto nessun ebreo avrebbe mai o=<br /> sato ammettere : l'intenzione di conquistare il potere mondiale e assoggett=<br /> are i &quot; gentili &quot; . E questo soltanto importava . Date simili premesse , ch=<br /> e testimoniano di come l' antisemitismo esprima fobie e inclinazioni profon=<br /> de , poco o nulla sensibili all' argomentazione razionale , non ci si pu=F2=<br /> troppo stupire se i &quot; Protocolli dei savi di Sion &quot; abbiano continuato a c=<br /> ircolare, soprattutto in qualche Paese arabo . De Michelis , per esempio , =<br /> riferisce che la copia da lui acquistata su una bancarella , un'edizione de=<br /> l 1967 stampata a Beirut , conteneva ancora il<br /> biglietto da visita con cui un &quot; Ambassadeur de l' Arabie Seoudite &quot; ne fac=<br /> eva<br /> omaggio a un ignoto destinatario . - Trascritto da Andrea -<br /> salomone @ mediacomm.it | da : free.it.politica @ googlegroups.com |_=20<br />  

Invia una risposta:

Nome:

Email:

Titolo:

Testo:


Attenzione: l'invio del messaggio richiede diversi secondi.
Non premere pi� volte il tasto "Invia".

 © Sergio Simonetti 2001 Che cos'è Links